Casilina News
Cronaca

Anagni, rubava merci alla società di stoccaggio presso cui lavorava: fermato. Rintracciato anche uno scippatore a Ferentino

Controlli rispetto norme anti covid in Ciociaria: nei guai diverse persone tra Anagni, Acuto e Ferentino. I motivi

Le attività di controllo anti-covid da parte della Compagnia Carabinieri di Anagni continuano senza sosta per responsabilizzare la popolazione locale ad adottare tutte le precauzioni del caso per limitare la diffusione del virus da Covid 19, invitando i cittadini ad evitare situazioni che possano creare assembramenti e a far uso della mascherina quale mezzo di protezione individuale.

I risultati dei controlli dei Carabinieri

Nella giornata di ieri, 29 ottobre, la Compagnia Carabinieri della Città dei Papi ha dispiegato nel proprio territorio 11 pattuglie delle dipendenti Stazioni e del  NORM, per complessivi 22 militari, impegnati nell’arco delle 24 ore a monitorare l’intero territorio di competenza. I risultati conseguiti sono stati più che ragguardevoli in quanto oltre al controllo di 65 veicoli e l’identificazione di 83 persone, delle quali alcune contravvenzionate per violazioni alle norme del C.d.S.

Fermati due uomini per furto aggravato

I militari della Stazione di Anagni, deferivano in stato di libertà un 31enne, per il reato di “furto aggravato”.

L’uomo, dipendente di una società di stoccaggio merci, approfittando di una sosta durante il carico merci svolto presso un’attività dell’agro anagnino, si era appropriato di generi alimentari del valore di circa 70 euro. Il prevenuto è stato scoperto dal dirigente dell’esercizio che ha richiesto l’intervento dei militari, i quali hanno sottoposto l’autocarro, utilizzato dal reo per il trasporto della merce, a perquisizione, rinvenendo la refurtiva all’interno della cabina del veicolo, subito restituita al proprietario.

LEGGI ANCHE – Anagni, aggredisce l’autista del pullman perché sprovvisto di biglietto. Maxi controlli anti-covid

Sempre i militari della Stazione di Anagni, al termine di attività info – investigativa, hanno deferito in stato di libertà un 34enne originario di Frosinone, già censito per reati contro il patrimonio e la persona, anch’egli per furto aggravato”.

Gli operanti, mediante la raccolta di testimonianze e la visione di immagini estrapolate da telecamere presenti, raccoglievano univoci e concordanti elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo che lo scorso 3 ottobre, a Ferentino, lungo la via ASI, scippava una donna della propria borsa contenente 2 telefoni cellulari ed una esigua somma di denaro contante. I due telefoni, successivamente rinvenuti, sono stati restituiti alla malcapitata.

Scrivi un Commento

3 − 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy