Casilina News
Attualità

Palestrina, l’ospedale riconvertito in Covid Hospital: tutte le info sulla nuova organizzazione

Palestrina, l'ospedale sarà riconvertito in Covid Hospital: tutte le info sulla nuova organizzazione

Oggi, 28 ottobre, è stato comunicato che il Presidio Ospedaliero di Palestrina sarà riconvertito in Covid hospital a partire dalla giornata di domani.

La comunicazione

“Viste le necessità determinate dall’andamento epidemiologico, la Direzione Strategica della ASL Roma 5, insieme all’assessorato alla Salute della Regione Lazio, grazie al sostegno e alla collaborazione della Croce Rossa, ha determinato di riconvertire il Presidio Ospedaliero (PO) di Palestrina in Covid hospital.

Il Presidio ospedaliero di Palestrina sarà quindi da domani, giovedì 29 ottobre 2020, dedicato esclusivamente alla cura dei pazienti affetti da Coronavirus, garantirà 40 posti letto con la possibilità immediata, qualora fosse necessario, di  raggiungere 60 posti letto. Per fare fronte a questa situazione il personale è stato rinforzato.

Ogni altra prestazione sanitaria no-Covid è delegata agli altri ospedali della Rete.”-  viene spiegato nel comunicato.

La nuova organizzazione dei servizi

  • Per i pazienti no-covid in dialisi sono stati già programmati gli appuntamenti presso gli ospedali di Tivoli e Colleferro;
  • Il Covid hospital di Palestrina diventa punto di dialisi per i pazienti Covid-positivi;
  • I pazienti dimissibili sono stati già dimessi, gli altri sono stati già trasferiti nelle altre strutture del territorio a seconda delle esigenze sanitarie specifiche;
  • Servizi ambulatoriali: si sta provvedendo a contattare le persone che hanno prenotato appuntamenti ambulatoriali per comunicare nuovo luogo e orario dell’appuntamento presso le altre strutture aziendali, tra cui anche il Valmontone hospital.

Pronto soccorso

Un box di vetro e acciaio di 100 mq (in sostituzione dell’attuale tenda), messo a disposizione dalla ASL Roma 5, gestito dalla Croce Rossa, con il supporto dei Medici del Pronto Soccorso di Palestrina, garantirà eventuali accessi al Pronto Soccorso di pazienti no-Covid che dovessero eventualmente afferire al Presidio di Palestrina con percorsi dedicati e totalmente separati da quelli dei pazienti Covid, che garantirà il triage, il trattamento in emergenza e il trasferimento in altri presidi no-Covid.

L’accesso ai servizi di Pronto Soccorso Covid è su via Pio XII;
L’accesso ai servizi di Pronto Soccorso no-Covid è su via Pedemontana.

LEGGI ANCHE – L’Ospedale di Palestrina sarà nuovamente convertito in Centro Covid

La dichiarazione del Direttore Generale della ASL Roma 5

“Ringrazio la Croce Rossa, tutto il personale, i tecnici e chi ha lavorato e sta lavorando per affrontare questa emergenza – ha detto il Direttore Generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito – È una situazione che sta mettendo tutti noi, come persone e come professionisti, a dura prova. Solo attraverso azioni sinergiche e coordinate potremmo riuscire a garantire un servizio sanitario adeguato alle esigenze sanitarie e umane di questo difficile momento.

Ringrazio i cittadini di Palestrina e di tutti i comuni del territorio per la collaborazione e il sostegno a questa decisione di riconversione, presa per la seconda volta. Un territorio che ha già dato molto”, conclude il Direttore.

Scrivi un Commento

3 × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy