Casilina News
Attualità

Frosinone e provincia, è ancora emergenza cinghiali: la nota di Gianluca Quadrini

Roma Massimo Lopez inseguito cinghiale immondizia

La nota di Gianluca Quadrini, Presidente della XV Comunità Montana e Presidente Provinciale del Gruppo Forza Italia

“La situazione riguardo l’invasione dei cinghiali nei centri urbani e nelle campagne della provincia di Frosinone, e purtroppo non solo, riflettendo su quello che è accaduto lo scorso primo ottobre a causa della presenza di questi animali sull’autostrada A26 in cui sono rimaste vittime due giovani ragazzi, si fa sempre più evidente e seria.” –  così Gianluca Quadrini, Presidente della XV Comunità Montana e Presidente Provinciale del Gruppo Forza Italia, ritorna su una problematica denunciata  più volte  ma che ad oggi sembra essere ancora  sottovalutata.

“Mi associo alle richieste dei tanti cittadini e dei tanti agricoltori, che esausti, chiedono interventi immediati. Quella dei cinghiali sta diventando una vera e propria emergenza, in considerazione del fatto che siamo difronte ad animali selvatici, che divorano tutto perchè fuori controllo, spesso affamati, per cui un pericolo per tutti, per gli automobilisti, per l’agricoltura e  per il decoro urbano. Bisogna tutelare l’incolumità pubblica, non possiamo permettere che la già debole economia del nostro territorio venga compromessa ulteriormente a causa di questa emergenza.”

LEGGI ANCHE – Ferentino, il sindaco Pompeo firma un’ordinanza contro i furbetti dei rifiuti: previste multe fino a 150 euro

“Le amministrazioni, le associazioni e tutti gli organi competenti, insieme alla realtà regionale, devono impegnarsi per un confronto costruttivo, proporre linee operative” Così conclude Quadrini – “Presto mi farò portavoce, presso la Comunità Montana, per discutere di tutte le problematiche in merito anche alla selezione della specie, perché per venire in contro alle esigenze del mondo agricolo, che ogni anno subisce danni considerevoli, bisogna che anzitutto si porti il numero dei cinghiali proporzionalmente al piano faunistico regionale approvato. Non possiamo tollerare più un’attesa infinita ma devono essere presi precisi impegni sul versante degli interventi nel breve periodo, al fine di tutelare l’incolumità di tutti.”

Scrivi un Commento

14 − 9 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy