Casilina News
Cronaca

Oscurati siti web che offrivano farmaci senza prescrizione medica e sostanze dopanti

Roma, un giro di corruzione fa tremare diverse persone nella Capitale: i provvedimenti e i motivi. Ecco cosa è successo

Un altro successo degli investigatori del NAS che continuano la loro attenta opera di vigilanza anche on-line. Il Reparto Operativo – Sezione Analisi, del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, ha dato esecuzione, previa notifica ai providers italiani, ad un provvedimento di “oscuramento” nei confronti di 6 siti internet con server ubicati all’estero.

In particolare, i suddetti siti web offrivano in vendita dei medicinali soggetti a prescrizione medica obbligatoria, dispensabili soltanto da una farmacia. Tra i farmaci pubblicizzati, oltre ad alcune sostanze dopanti, ve ne erano anche alcuni che vantavano proprietà antimalariche.

Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute ricorda che la vendita di farmaci on line può essere effettuata soltanto dalle farmacie ed esercizi equipollenti (parafarmacie) previo ottenimento dell’autorizzazione regionale/provinciale e la registrazione al Ministero della Salute nell’elenco dei soggetti autorizzati alla vendita a distanza. Tale registrazione consente l’ottenimento del logo identificativo nazionale visibile nella pagina del sito internet della farmacia.

Scrivi un Commento

19 − otto =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy