Casilina News
Attualità

Incendi nel quadrante a sud di Roma, i Sindaci di Pomezia e di Ardea incontreranno il Prefetto il prossimo 2 settembre

Nettuno, 40 nuovi casi nelle ultime 72 ore: presente anche una lavoratrice della scuola Angelo Castellani

I Sindaci di Pomezia, Adriano Zuccalà e di Ardea, Mario Savarese, hanno chiesto udienza al Prefetto di Roma per discutere della situazione del quadrante sud della Città Metropolitana di Roma Capitale, cui appartengono i Comuni di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno. L’incontro è in programma per il prossimo 2 settembre.

I Sindaci di Pomezia e di Ardea incontreranno il Prefetto il prossimo 2 settembre

“Appena insediati, abbiamo istituito il Nucleo di Controllo Ambientale – afferma il Sindaco Zuccalà – che periodicamente effettua operazioni di monitoraggio del territorio, anche in collaborazione con la ASL e l’Arpa Lazio. Ogni sito di stoccaggio che possa rappresentare anche un ipotetico pericolo per la Città viene controllato, perché riteniamo che il modo migliore per evitare una seconda Eco X sia proprio il controllo serrato sul territorio e quindi la prevenzione. Non possiamo più tollerare altri incendi, per questo le autorità sovraordinate devono farsi carico di supportare al meglio i controlli preventivi”.

In merito agli incendi divampati nelle ultime settimane prima allo stabilimento Loas di Aprilia e poi al deposito di pneumatici ad Ardea, il Primo Cittadino pometino aggiunge: “Siamo in contatto costante con gli enti preposti per avere un quadro sempre aggiornato di quanto accaduto. Abbiamo prontamente condiviso sul nostro sito le indicazioni della ASL per la popolazione e stiamo pubblicando le analisi dei campionamenti dell’Arpa Lazio sulla qualità dell’aria. Abbiamo chiesto udienza al nuovo Prefetto proprio per fare il punto sugli ultimi accadimenti: la tutela della salute pubblica è per noi una priorità.

LEGGI ANCHE – Pomezia, chiusura “Zoomarine” per mancato rispetto norme anti-Covid19. Il Sindaco: “Priorità deve essere la salute pubblica. Nessun errore da parte del Comune”

Oggi non potrò essere presente alla manifestazione indetta in piazza Indipendenza, ma moralmente sono lì con i tanti ragazzi che stanno manifestando per il bene del nostro ambiente. Un futuro migliore per la nostra terra può partire solo da una nuova generazione attiva e consapevole”.

Scrivi un Commento

diciannove − 15 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy