Casilina News
Cronaca

Anagni, truffatore seriale era solito colpire nelle aree di servizio dell’autostrada A1 della Ciociaria, soprattutto ne La macchia Est

Roma. Serrati controlli tra Trastevere e San Lorenzo: il report

Nella mattinata odierna, il personale della squadra di Polizia Giudiziaria della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, a seguito di un’attività di indagine ha denunciato in stato di libertà un uomo di origine campana.

La truffa

Il trentaseienne, già  pregiudicato per analoghi reati, era solito recarsi nelle varie Aree di Servizio, nella fattispecie “La Macchia Est”, per acquistare oggettistica di scarso valore, pagando sempre con banconote da 100 euro e ricevendo regolarmente il resto. Poco prima di lasciare la cassa, simulava un immediato ripensamento dovuto alle caratteristiche della cosa comprata, restituendola e chiedendo indietro il compenso versato, sostenendo di aver dato 100 euro e di non aver ancora ricevuto il resto. Poiché il tutto avveniva in pochi attimi  e con uno scambio veloce di parole, il venditore più di qualche volta non riusciva a rendersi conto della truffa e restituiva le 100 euro pretese.

LEGGI ANCHE – Ciociaria, operazione Predator: sgominata associazione a delinquere. Operazione congiunta di Polizia e Carabinieri

Nella giornata di ieri, invece, gli agenti del Distaccamento di Sora, nel corso di un controllo amministrativo nei pressi di Ceprano, hanno proceduto al sequestro di una FIAT 500  risultata rubata a Pomezia e riciclata con targhe e documenti falsi.

Sono in corso accertamenti per risalire agli autori del reato.