Casilina News
Cronaca

Pesca illecita a Civitavecchia: fermati tre uomini che avevano catturato 2.500 ricci di mare

Pesca illecita a Civitavecchia: fermati tre uomini che avevano catturato 2.500 ricci di mare

Oltre 2.500 esemplari di ricci di mare, stipati dentro un furgone diretto verso sud. È questo il bottino che i militari della Guardia Costiera di Formia e la Polizia Stradale di Cassino hanno rinvenuto durante un controllo presso l’autostrada A1, quando hanno fermato il mezzo con a bordo tre uomini.

Il gruppo aveva infatti approfittato dell’oscurità per catturare nelle acque di Civitavecchia l’ingente quantitativo di echinodermi, destinati con tutta probabilità al mercato pugliese. Va ricordato che la pesca dei ricci di mare è soggetta a normative rigidissime, che fissano il limite massimo di cattura a 50 esemplari. Un confine altamente valicato, costato ai tre una multa di mille euro.

Un’altra multa di pari entità è stata inoltre comminata per il trasporto dei ricci su veicolo non idoneo, in quanto era sprovvisto di un sistema di refrigerazione e non rispettava i più elementari requisiti igienico sanitari. I ricci erano infatti stati stipati in alcune ceste di plastica, in attesa di essere presumibilmente consegnati alla destinazione finale.

Al termine delle formalità di rito, gli esemplari sono stati condotti in mare e liberati.

Scrivi un Commento

12 + 18 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy