Casilina News
Attualità

Bonus vacanze Italia: consumatori sfiduciati. UGCONS: “Pur avendone i requisiti, solo 3 su 10 faranno domanda”

“Il bonus vacanze un flop annunciato? Probabilmente sarà così. I consumatori hanno perso fiducia nei sostegni governativi e quest’ultimo, anche a causa della sua inconsistenza, probabilmente non impatterà sulla popolazione dei vacanzieri”. Lo spiega Paolo Mattei, presidente Ugcons. “Dagli interessamenti che stiamo ricevendo dai consumatori già da qualche giorno, stiamo riscontrando un tendenziale disinteresse verso questa misura. In molti pensano che le tempistiche saranno troppo lunghe.

BONUS VACANZE. UGCONS: “CONSUMATORI SFIDUCIATI, 3 SU 10 FARANNO DOMANDA”

Altri lo ritengono troppo esiguo. Altri ancora si scoraggiano per la metodologia digitale sui cui verte la richiesta (procedura sulla quale i nostri uffici sono pronti a dare assistenza). Se dovessimo fare una stima campionaria sulla base delle persone ascoltate finora, potremmo dire che 3 persone su 10 beneficeranno dell’opportunità. Gli altri, pur avendo i requisiti di accesso, non aderiranno”.

LEGGI ANCHE – Bonus vacanze 2020: cos’è, a chi spetta e come sono divisi gli importi

Piuttosto, aggiunge Mattei: “I consumatori in questo momento sono più sensibili a conoscere le pratiche per evitare raggiri dei pacchetti vacanze: sono diffidenti nel lasciare anticipi, stanno molto attenti a leggere i contratti e a capire i servizi che stanno acquistando. Insomma, vogliono essere tutelati per evitare di sprecare denaro, in un anno in cui i soldi per molte famiglie sono contati”.

Scrivi un Commento

9 − cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy