Casilina News
Attualità

Sgurgola al “centro” della Ciociaria per una buona e una cattiva notizia: il Frecciarossa ha fatto tappa alla locale stazione e la statua di San Leonardo è stata distrutta dai vandali

Sgurgola al "centro" della Ciociaria per una buona e una cattiva notizia: il Frecciarossa ha fatto tappa alla locale stazione e la statua di San Leonardo è stata distrutta dai vandali

Sgurgola, distrutta da vandali la statua di San Leonardo. Quadrini:”Pieno sostegno al sindaco Corsi e alla città.”

La statua di San Leonardo, antica opera d’arte in ceramica è stata ritrovata a pezzi giorni fa nella boscaglia vicino l’eremo dove abitualmente era posizionata nel comune di Sgurgola. A rendere pubblica la notizia il sindaco della città Antonio Corsi che ha parlato di un gesto “sacrilego e sconsiderato”.

A tal riguardo Gianluca Quadrini, consigliere provinciale presidente del gruppo FI e vice coordinatore regionale di FI ha espresso  pieno sostegno e tutta la solidarietà alla comunità di Sgurgola, al sindaco Corsi per la grave offesa subita:”Un atto vandalico gravissimo contro una tradizione antica e rappresentativa del territorio. Massimo sostegno in questo momento va al sindaco Antonio Corsi e a tutta la città di Sgurgola.”

La vicenda ha avuto un epilogo veloce, ma il fatto che l’uomo non sia stato condannato ha lasciato rammarico nel sindaco e nella comunità.

Frecciarossa in Ciociaria. Tramite l’interconnessione arriva nella stazione di Sgurgola per immettersi nella linea Roma-Cassino. QUADRINI plaude al sindaco Corsi.

Oggi 14 Giugno 2020, il primo treno Freccia rossa dalla linea Alta velocità esce ad Anagni e tramite l’interconnessione arriva nella stazione di Sgurgola, per immettersi nella linea Roma-Cassino, per raggiungere poi le Stazioni di Frosinone e Cassino dove effettuerà fermata.

“Finalmente oggi fermerà a Frosinone il Frecciarossa 9539 diretto a Napoli centrale. Un ottimo risultato e una soddisfazione per il nostro territorio che con il collegamento diretto con Roma e Milano viene inserito in un circuito importante del trasporto e dell’economia nazionale.
Un ringraziamento e un plauso vanno al sindaco di Sgurgola Antonio Corsi e alla sua amministrazione, per l’impegno concreto avendo contribuito nel momento della costruzione dell’Alta Velocità, superando grossi problemi causati dai vari comitati sorti in quel periodo contro l’Alta Velocità, con TAV e Regione Lazio per la costruzione dell’interconnessione presso la stazione di Sgurgola.”

Intorno all’anno 2000, infatti, si è provveduti all’interconnessione treno alta velocità che esce da Anagni e si inserisce direttamente alla stazione ferroviaria di Sgurgola. Questo ha permesso oggi di fare le fermate Frosinone e Cassino. Il sindaco Corsi fa sapere di aver scritto all’amministratore delegato e direttore generale di  Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti,al quale la vera storia alta velocità in Ciociaria era già giustamente nota.

Scrivi un Commento

15 + 19 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy