Casilina News
Attualità

Palestrina, corteo automobilistico di protesta di Cittadinanza Attiva annullato: le motivazioni

palestrina corteo annullato cittadinanza attiva

Per motivazioni legate al DPCM in materia di coronavirus, la manifestazione organizzata dai rappresentanti di Cittadinanza Attiva, prevista per il 13 giugno 2020, non si potrà fare.

Corteo annullato: Cittadinanza Attiva protesta

Doveva essere un corteo automobilistico (utilizzato proprio per eliminare il problema del distanziamento sociale), che avrebbe tenuto conto delle attuali disposizioni in materia. Tuttavia, il timore che ciò avrebbe creato assembramenti di curiosi da parte della Questura era alto. Si è tentato di concertare, trovando un compromesso in una sede all’aperto che fosse più ampia e periferica, ma ciò avrebbe dato meno visibilità alla protesta.

Per questo motivo, il corteo è stato annullato e rimandato a data da destinarsi. Ciò che è emerge è comunque un paradosso, dal momento che il 2 giugno a Roma si è tenuto un corteo con presenti anche volti noti della politica nazionale. Così, gli attivisti di Cittadinanza Attiva hanno espresso il loro dissenso tramite un post pubblicato sulla loro pagina Facebook.

Queste le loro parole: Non ci è permesso fare flashmob in corteo automobilistico. L’alternativa era fare un flashmob in presenza, osservando le distanze sociali, in una piazzetta isolata dal centro, con un numero limitato di persone, per non farsi accorgere da nessuno.

LEGGI ANCHE – Palestrina, morto il Coordinatore del Gruppo Volontari Protezione Civile Gianluca Pompili: cordoglio in città

Non essendo noi dei politici che si possono permettere di fare qualsiasi cosa pur di farsi notare, siamo costretti ad annullare il corteo automobilistico annunciato per il 13 giugno a Palestrina.

Scrivi un Commento

5 × due =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy