Casilina News
Attualità

Come guadagnare con YouTube: strategie e consigli

Guadagnare con YouTube strategie consigli

YouTube è ad oggi la piattaforma più seguita per i video, uno strumento in grado di offrire ottime opportunità per fare soldi online. Ovviamente è indispensabile avere un numero adeguato di iscritti, proporre contenuti di qualità e inserire il canale all’interno di una strategia di marketing. Ecco alcuni consigli utili per guadagnare con YouTube.

Aumentare il numero di iscritti al canale YouTube

Per rendere un canale YouTube profittevole bisogna innanzitutto avere un numero di iscritti adeguato, in questo modo è possibile ottenere due vantaggi principali. Da un lato si possono sostenere i costi da affrontare, attraverso i soldi ottenuti con la monetizzazione dei video, allo stesso tempo è possibile creare un bacino d’utenza, da veicolare verso canali di vendita di prodotti o servizi, oppure per migliorare la propria popolarità.

Esistono diversi modi per capire come aumentare gli iscritti su YouTube, tuttavia bisogna partire dell’analisi del mercato. Ciò consente di individuare la nicchia giusta, studiare le esigenze degli utenti per comprenderne le necessità, per poi realizzare un piano editoriale in grado di rispondere a una domanda precisa. Naturalmente è indispensabile creare contenuti originali e di qualità, ma anche parlare un linguaggio consono all’ambiente e al tema trattato.

Inoltre è fondamentale pubblicare video con frequenza, invogliare gli utenti all’interazione e aggiungere descrizioni accattivanti, call to action e hashtag adeguati. In seguito bisogna svolgere delle attività di ottimizzazione del canale YouTube, utilizzando alcune tecniche SEO per migliorare la visibilità dei video. Ad esempio è importante scegliere delle parole chiave strategiche, inserire sottotitoli e creare delle playlist.

Pianificare una strategia multicanale

Con un canale YouTube la fonte principale di guadagno è data dal pagamento fornito dalla piattaforma, calcolato in base al numero di visualizzazioni e al tipo di pubblicità visualizzate durante i contenuti. Il compenso è abbastanza ridotto, ad eccezione di alcuni settori come l’ambito finanziario o quello assicurativo, con una monetizzazione di circa 0,50 euro per ogni mille visualizzazioni.

Ciò significa che un video molto popolare, che riesce a fare 100 mila views, potrebbe rendere appena 50 euro. È evidente come sia difficile fare soldi in questo modo, in quanto è necessario pubblicare tantissimi video e ottenere milioni di visualizzazioni. Tuttavia esistono molti altri metodi per guadagnare con YouTube, inserendo il canale all’interno di una strategia di business molto più grande e variegata.

Ad esempio è possibile stringere partnership con le aziende, le quali possono offrire compensi per sponsorizzare prodotti o servizi nei video. Altrimenti si possono proporre articoli in vendita come affiliati, lasciando i link in descrizione per maturare una commissione ad ogni vendita realizzata. In questo caso non serve avere milioni di iscritti, ma è indispensabile posizionarsi in una nicchia specifica.

Le imprese, infatti, oggi preferiscono lavorare con i microinfluencer, poiché riescono ad ottenere un tasso di conversione migliore con un pubblico ben profilato. In alternativa si possono vendere prodotti o servizi propri, dal merchandising personalizzato con il logo del brand ai videocorsi, sfruttando la visibilità e un pubblico selezionato in base agli interessi, per fornire beni che hanno un riscontro immediato.

Creare una community

Basta dare un’occhiata ai grandi youtuber per capire l’importanza della community. Non basta avere un pubblico profilato, fare tante visualizzazioni e proporre prodotti propri o in affiliazione. Alla base di un canale YouTube di successo c’è sempre una community solida e dinamica, in cui le interazioni mantengono alta l’attenzione e consentono di finire spesso in tendenza nelle top playlist della piattaforma.

Questo aspetto è davvero essenziale, in quanto è del tutto normale che alcuni iscritti col tempo si stanchino, oppure comincino a vedere un altro canale. L’importante è gestire questo flusso, con nuovi utenti che arrivano sul canale in modo costante. Con una base di fan solida è possibile contare su un gruppo di follower attivo, che scrive commenti sotto i video, condivide i contenuti e promuove gratuitamente le risorse pubblicate.

Con la popolarità acquisita grazie a una community è possibile guadagnare in diversi modi, ad esempio con partecipazioni in eventi o programmi, oppure venendo coinvolti in altri progetti. YouTube offre diverse possibilità, tuttavia è fondamentale approcciarsi in modo professionale, investire nel canale e adottare strategie pianificate con attenzione. Con il tempo, la qualità e la perseveranza, senza dubbio la piattaforma può diventare una fonte di reddito interessante.

Scrivi un Commento

5 × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy