Casilina News
Cronaca

Ciociaria, inosservanze al DPCM sul Coronavirus: rafforzati i controlli

Atina, 49enne del Cassinato pizzicato alla guida di un'auto intestata a un'altra persona senza copertura assicurativa

Il Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, in vista delle imminenti ricorrenze pasquali, ha disposto mirati piani di rafforzamento della vigilanza e del controllo delle misure attuate nell’ambito del contesto emergenziale di cui al D.P.C.M. 19/2020 “in materia di contenimento del contagio dal Covid-19”.

I Carabinieri del Comando Provinciale verificheranno l’applicazione delle specifiche disposizioni restrittive della circolazione stradale, atteso che per  la popolazione non sarà possibile effettuare i consueti trasferimenti verso le numerose località a richiamo turistico del territorio frusinate, nonché gli spostamenti all’interno dello stesso comune e tra località diverse, compreso il divieto di recarsi presso abitazioni differenti da quella principale, tra cui le seconde case utilizzate per il weekend e soprattutto per il lunedì di Pasqua, giorni dedicati, come da consuetudine, ad incontri conviviali ora vietati in considerazione della grave emergenza in atto.

Ecco tutti i dettagli

Ad Alatrii militari della locale Stazione hanno sanzionato amministrativamente 3 persone le quali, nonostante i divieti imposti dal citato Decreto, sono state sorprese aggirarsi per le vie di quei centri, alla guida delle proprie autovetture, senza giustificato motivo o comprovate esigenze;

 a Frosinonei Carabinieri del N.O.R. Sezione Radiomobile della locale Compagnia e delle Stazioni di Ripi e Vallecorsa, hanno sanzionato amministrativamente 3 persone, sorprese alla guida delle proprie autovetture senza giustificato motivo, tra cui un 39enne di Frosinone deferito anche per i reati di sostituzione di persona e falsa attestazione a P.U. in quanto durante al controllo esibiva documenti di riconoscimento ed autocertificazione appartenenti ad altra persona. Dall’inizio dell’emergenza nazionale COVID-19 i militari della Compagnia di Frosinone hanno effettuato controlli nei confronti di 719 esercizi pubblici e circa 3.000 persone;

ad Anagni, Ferentino, Sgurgola, i Carabinieri delle locali Stazioni hanno sanzionato amministrativamente 7 persone controllate lontano dalle rispettive abitazioni senza giustificato motivo;

in Cassino, Atina, Sant’Elia Fiumerapido, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia e delle locali Stazioni hanno sanzionato amministrativamente 16 persone poiché  non fornivano giustificati motivi circa la loro presenza fuori le rispettive abitazioni, in qualche caso anche fuori dai comuni di residenza.

Nel corso dei servizi, inoltre, i militari della Sezione Radiomobile a Cassino procedevano al controllo di due esercizi commerciali, specializzati nella vendita di latticini e per il confezionamento di pizze da asporto, i cui titolari venivano sorpresi a manipolare i prodotti alimentari senza indossare i dispositivi di protezione previsti, ovvero guanti e mascherine.

LEGGI ANCHE – Ciociaria, inosservanze al DPCM da Covid-19: pioggia di deferimenti

I militari operanti provvedevano a proporre i due esercizi commerciali  alla Prefettura di Frosinone per la chiusura dell’attività commerciale per un periodo da 5 a 30 giorni, chiusura da scontare alla riapertura delle attività in quanto i due titolari degli esercizi commerciali, a seguito del controllo, provvedevano immediatamente ad indossare le prescritte protezioni. Gli stessi titolari venivano sanzionati con la violazione amministrativa maggiorata. 

Scrivi un Commento

tre − 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy