Casilina News
Attualità

Roma, nasce il Covid Hospital: la struttura nata unicamente per fronteggiare il Coronavirus

Roma, sanificazioni al Simu: dipendente positivo. Riapertura prevista per venerdì 16 ottobre

Il Covid Hospital è ormai una realtà. L’Assessore alla salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato, lo ha dichiarato in una intervista rilasciata nel corso di “Buongiorno Regione Tg3 Lazio”.

La notizia

Il Covid-19 Hospital 2 alla Columbus è stato allestito in una settimana, come in uno scenario da guerra. Si stanno già reclutando più di 600 medici ed operatori e si sta provvedendo a fornire tutte le attrezzature per vincere questa battaglia.

LEGGI ANCHE – Coronavirus, sanificazione in scuole, asili e mezzi pubblici: Roma c’è

La struttura, operativa all’interno del Policlinico Gemelli, è parte di un sistema straordinario formato da quattro strutture in tutta la regione e metterà a disposizione 32 posti letto di malattie infettive e 21 per terapia intensiva. L’assessore ha affermato che, a struttura completa e a pieno regime, in totale si avranno 1500 posti e oltre 200 di terapia intensiva dedicati al Covid-19. Già, perché le altre strutture che si affiancheranno sono il Covid-19 Hospital 3 a Casal Palocco e il Covid-19 Hospital 4 di Tor Vergata, pronti a fronteggiare il picco di contagi che si prospetta nei prossimi giorni.

La speranza è che i posti arrivino rapidamente fino a un numero di 59 e 75. Di grande importanza è stata la donazione fatta da ENI, che dimostra quanta solidarietà si stia formando attorno al nostro paese in lotta contro questo terribile virus.

Le parole della Sindaca Virginia Raggi

Nel giro di una settimana è stato aperto un ospedale per accogliere malati di coronavirus a Roma. È una grande impresa al servizio dei cittadini, per la quale ringrazio il Policlinico Gemelli e le persone che hanno lavorato per raggiungere questo obiettivo in tempi così rapidi. Il mio pensiero va anche a medici, infermieri e a tutto il personale sanitario che lavorerà al suo interno. Questo straordinario impegno nella lotta al coronavirus deve ricordarci che ciascuno di noi è chiamato a fare la sua parte, anche con piccoli gesti. Colgo quindi l’occasione per ricordare l’importanza di restare nelle proprie case e di rispettare le indicazioni del Governo.