Casilina News
Attualità

Marino, il Sindaco: “Senso di responsabilità per uscire dall’emergenza”

sindaco marino carlo colizza covid 19 coronavirus dpcm 11 marzo 2020

Il Sindaco di Marino (RM), Carlo Colizza, fa appello al senso di responsabilità di ognuno: fondamentale per uscire dall’emergenza.

Prosegue anche nella giornata di oggi la diffusione su tutto il territorio comunale, tramite gli operatori di Polizia Locale, dell’Appello rivolto dal Sindaco Carlo Colizza a tutta la cittadinanza “al fine di aumentare le condizioni di protezione personale e sociale”.

L’invito del Sindaco di Marino

In particolare il Sindaco invita tutti i cittadini ad evitare di circolare e ad uscire di casa, e di farlo solo per ragioni di assoluta necessità, mantenendo comunque le più ampie misure di sicurezza, senza assembramenti e stazionamenti prolungati. “La responsabilità di ognuno – dice il Sindaco – è fondamentale per uscire al più presto dall’emergenza”.

La città, intanto, sta rispondendo responsabilmente all’appello. Le categorie produttive interessate dalla chiusura hanno abbassato le saracinesche loro malgrado e annunciano ferie fino a dopo il 3 aprile. Chi è autorizzato a rimanere aperto adotti opportuna segnaletica e informative atte a disciplinare l’ingresso nei negozi e a facilitare il servizio ai clienti. Le attività commerciali devono far entrare i clienti uno per volta e permettere l’ingresso di altre persone in fila, solo dopo che chi ha finito è uscito.

Sindaco, Assessori e Dirigenti sono al lavoro senza soluzione di continuità, costantemente in contatto tra loro, per garantire la massima efficacia della macchina comunale, al fine di contenere i rischi nella città per uscire indenni dalla minaccia del COVID-19 o, quanto meno, senza troppe ripercussioni negative.

Un momento duro che ci auguriamo faccia aumentare la solidarietà reciproca e la speranza in una conclusione rapida dell’emergenza. A questo proposito segnaliamo che anche a Marino stanno comparendo le lenzuola con l’arcobaleno e la scritta “Insieme ce la faremo!”, soprattutto dalle finestre delle famiglie con bambini. Sta ad ognuno di noi proteggersi, cautelarsi e, in caso di necessità, rivolgersi agli organi preposti per l’emergenza sanitaria.

Da ieri le strade e le piazze sono controllate oltre che dalla Polizia Locale anche dalla Protezione Civile Comunale, per orientare i cittadini invitandoli a restare in casa e non uscire se non per motivi legati al lavoro, alla salute e a comprovate necessità, come prevedono le disposizioni governative.