Casilina News
Cinema

Recensione It follows: nelle sale dal 6 luglio

Recensione It follows: un horror gradevole dal 6 luglio

It Follows è un promettente horror che promette di gelarvi le vene in questa calda estate. Un’ora e mezzo di suspense grazie alla sapiente regia di David Robert Mitchell. Il cast è fatto di giovani promettenti e volti sconosciuti, tra cui spiccano Maika Monroe, Keir Gilchrist, Jake Weary, Olivia Luccardi e Daniel Zovatto. Il titolo in italiano è stato mantenuto inalterato. Presentato da Koch Media e in uscita nelle sale mercoledì 6 luglio 2016 It Follows è film che tocca i temi cari ai teen agers: amore, sesso e inquietudini. Scopriamo la sinossi e la recensione (no spoiler).
LA TRAMA
In una tranquilla città americana, una ragazza fugge di casa. Tuttavia, non sembra fuggire dalla sua famiglia. Il mattino dopo viene trovata morta. La scena si sposta su due giovani: Jay e Hugh. Questi ultimi sembrano legare sempre più, fin quando Jay non si troverà legata in una zona isolata. A darle il benservito è stato proprio Hugh. Quest’ultimo le spiega che lo ha fatto per lei perché qualcosa di orribile la sta inseguendo e che si diffonde come fosse un terribile virus. Per Jay si apre un abisso di terrore da cui dovrà tentare di uscirne grazie all’aiuto dei suoi amici.
LA RECENSIONE
It Follows è un film intelligente, che gioca molto sul tenere lo spettatore sulle spine. A differenza di altri film, la scelta di un inizio forte (in stile Nolan e Wan) serve a far capire subito che la trama si costruirà pian piano, ma non si lesinerà in quanto a orrore. Il soggetto è semplice e brillante. David Robert Mitchell non nasconde l’ispirazione agli horror degli anni ’70 di stampo britannico, ma nemmeno alle pellicole sovrannaturale giapponesi, rivisitandole in chiave (post)moderna. Qualcosa che ti segue, ma non si sa bene chi sia: mutevole e inquietante, da cui sarà quasi impossibile difendersi. La tensione è costante e nonostante la psiche dei protagonisti non brilli per originalità, sono resi credibili da un buon approfondimento. La fase centrale potrebbe annoiare, ma serve per lanciare la parte finale. Notevoli anche i richiami all’attualità, con la tranquilla cittadina che sembra essersi quasi spopolata e gli adulti sembrano quasi lasciarli al loro destino. Buona anche la colonna sonora, perfettamente integrata. Il senso di realismo magico che emerge dalla città ricorda qualcosa dei film di John Carpenter. Un film godibile, che merita di essere visto dagli appassionati del genere. E questo regista merita senz’altro di essere tenuto d’occhio. Di seguito, il trailer in italiano

Scrivi un Commento

venti + due =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy