Casilina News
Cronaca

Roma, tassista aggredito a Montespaccato: volevano derubarlo anche dell’auto

roma montespaccato tassista agredito

A Roma, in zona Montespaccato, un tassista è stato aggredito da 4 persone al termine di una corsa notturna, una delle tante e consuete.

Il fatto

Una corsa notturna come tante. Tant’è che fino a quel momento il povero tassista, un 47enne romano, non poteva nemmeno immaginare cosa gli stava per accadere. A fine corsa i passeggeri, tre uomini di origine ecuadoregna e una donna italiana, lo hanno aggredito, picchiandolo. I 4 malviventi hanno tentato di rubare i suoi soldi ma anche la sua auto, con cui aveva condotto i passeggeri a destinazione.

L’uomo, dopo le urla di aiuto recepite dagli abitanti della zona, è stato soccorso da alcune persone residenti. Poco dopo è sopraggiunta una volante della Polizia ed uno degli aggressori è stato fermato.

La solidarietà di Raggi e del Codacons

LEGGI ANCHE – Roma e Ciampino, violenza e furti: arresti e denunce lungo le linee ferroviarie

Il tassista è stato subito portato in ospedale e dimesso poco dopo. Subito si è espressa la Sindaca Raggi, esprimendo “solidarietà al tassista aggredito con calci e pugni e rapinato ieri notte a Roma.
Spero che i responsabili di questo vile episodio siano tutti assicurati alla giustizia”.

Anche il Codacons si è espresso sulla vicenda: “Si tratta di una vicenda grave che riporta la questione sicurezza in primo piano – afferma il presidente Carlo Rienzi – La notte a Roma, e specie nelle periferie, regna l’anarchia più assoluta: mancano del tutto i controlli e le forze dell’ordine non riescono a presidiare il territorio, che diventa terreno fertile per criminali e malintenzionati”.

“A farne le spese sono i cittadini o chi, come autisti di mezzi pubblici e tassisti, lavora in orari notturni e non può svolgere serenamente la propria attività. E’ evidente la necessità di incrementare sia i controlli, sia la presenza di agenti delle forze dell’ordine nelle zone più periferiche, per garantire la legalità e tutelare l’incolumità di residenti e lavoratori” – conclude Rienzi.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

quattordici + sedici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy