Casilina News
Cronaca

Primavalle, si rende conto di avere terra bruciata intorno a sé e si costituisce: pusher condannato a 7 anni

Emergenza coronavirus Anas controlli GRA Roma

Si è reso conto che intorno a lui ormai era tutta terra bruciata e non gli è rimasto altro da fare che costituirsi alla Polizia di Stato. Il protagonista è un pusher di 43 anni condannato  a più di 7 anni di reclusione per reati inerenti gli stupefacenti.

I fatti

Gli investigatori del commissariato Primavalle, diretto da Tiziana Lorenzo, ricevuto dalla Procura l’Ordine di Esecuzione, hanno iniziato le ricerche.

L’uomo inizialmente si è reso irreperibile ed i poliziotti, che ben conoscevano le abitudini di vita del ricercato, hanno avviato una serie di appostamenti nelle vicinanze del suo appartamento, di quello dei familiari e di altri luoghi da lui frequentati.

LEGGI ANCHE – Primavalle, 50 euro per riavere gli effetti personali: in manette un 33enne

A quel punto il 43enne non ha potuto far altro che presentarsi negli uffici di polizia di via Maglione.

Al termine delle formalità di rito A.D.C.V. è stato accompagnato presso il carcere di Rebibbia.

Scrivi un Commento

2 × 5 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy