Casilina News
Cronaca

Brutale omicidio al Nuovo Salario: 43enne freddato con due colpi di pistola

Una vera e propria esecuzione quella che ha visto vittima un cittadino albanese di 43 anni, nel quartiere Nuovo Salario. L’uomo, nella nottata odierna, è stato freddato con due colpi di pistola in quella che sembra essere una vera e propria esecuzione

CHI ERA LA VITTIMA

Si trattava di un cittadino albanese da tempo residente a Roma, che stava scontando una pena al carcere di Rebibbia che cumulava diversi reati, visto che l’uomo aveva a carico numerosi precedenti. In regime di semilibertà, il 43enne aveva approfittato della “vacanza” per andare a far visita alla moglie 45enne, residente in Via Gabrio Casati ma evidentemente qualcun altro sapeva delle sue intenzioni e ha utilizzato l’occasione per compiere l’omicidio, in quello che, secondo una prima ricostruzione, appare come un vero e proprio regolamento di conti.

LEGGI ANCHE: Roma, “Memoria genera Futuro”: oltre 170 eventi per il Giorno della Memoria

SPARI NELLA NOTTE

L’uomo era appena uscito dal portone dell’abitazione quando è stato raggiunto da due colpi di pistola, uno al torace e uno alla testa, che non gli hanno lasciato scampo: la morte infatti è avvenuta sul colpo, nonostante l’intervento del personale del 118 che ha cercato di fare il possibile per rianimarlo. I proiettili hanno infatti oltrepassato la vittima colpendo anche le macchine parcheggiate sul ciglio della strada

INDAGINI IN CORSO

Quella del regolamento di conti appare al momento la pista più probabile, ma le Forze dell’Ordine stanno indagando in varie direzioni per cercare di ricostruire quanto successo, scavando nella vita dell’uomo assassinato per trovare eventualmente motivazioni che potessero aver portato i suoi killer ad un regolamento di conti.

Scrivi un Commento

4 × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy