Casilina News
Attualità

Colleferro, IIS via Gramsci: concluso il Progetto Arti e Mestieri-Libero il mio genio creativo, dal titolo “Io… diverso?”

Il 23/01/2020, presso la sala magna dell’IPIA P.P. Delfino di Colleferro, si è concluso il Progetto Arti e Mestieri Libero il mio genio creativo, dal titolo  “Io diverso” con la premiazione delle opere pervenute. Vincono il primo premio gli studenti:

  • Montagnesi Sofia -I LSU-sede di Segni, per la sezione poesia;
  • Tersini Carola IIIA -Grafico-sede di Valmontone, per la sezione fotografia;
  • Fersurella Leonardo IIIA-Grafico-sede di Valmontone per la sezione disegno;
  • La classe IVB MAT-sede di Colleferro per la sezione manufatti

La manifestazione iniziata con un triangolare di Pallavolo e un torneo di Calcetto, vinti rispettivamente dalla III A Indirizzo Grafico della sede di Valmontone e dalla V A Manutenzione e Assistenza Tecnica della sede di Colleferro, viene proposta ormai da tre anni e trova largo consenso fra gli studenti  favorendo la riflessione su grandi temi, quest’anno “la diversità”.

Il Progetto, diviso in quattro sezioni (fotografia, manufatti, poesia, disegno ed arte grafica), permette ai ragazzi di scoprire le naturali inclinazioni e i propri talenti e si caratterizza come una grande festa, inframezzata da musica e danza. In particolare in questa terza edizione si sono esibiti: Luca Morici della V AFM di Segni, con la pianola e Sergio Giovannetti della IIA MAT di Colleferro, con la fisarmonica. Le studentesse della sede di Segni si sono esibite in un ballo in cui sono stati presentati i vari stili di danza e gli alunni di Valmontone hanno presentato balli hip hop e  latino americani.

La Dirigente Scolastica, Prof.ssa Maria Benedetti, ha sottolineato come “Il progetto si  sofferma sull’importanza che rivestono le esperienze creative nello sviluppo di ognuno e come queste rafforzino l’acquisizione di competenze.

Si sono raccolte le “buone pratiche artistiche” della scuola in campo musicale, teatrale, della danza, dell’espressione grafico-pittorica, della fotografia, dei manufatti dando loro visibilità, senza per questo concentrarsi sui risultati, ma attirando l’attenzione sul processo, sui gesti, sull’impegno e le emozioni che queste proposte suscitano.”

Foto in galleria

Scrivi un Commento

quattro × 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy