Casilina News
Eventi

Weekend a Roma: mostre, eventi e tanti appuntamenti con la cultura

Roma eventi spettacoli concerti mostre Weekend 24 25 26 gennaio 2020

Roma Capitale della cultura anche per questo weekend con un fitto calendario di incontri, eventi, mostre, concerti ed altre attività. Eccone alcuni per il fine settimana di venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 gennaio.

Le visite in programma

Nell’ambito del progetto “Musei da toccare”, venerdì 24 gennaio sono previste due visite gratuite tattili–sensoriali con operatori specializzati: una dalle 15.30 alle 18 al Museo Civico di Zoologia sarà possibile partecipare al percorso “Gli animali a portata di mano” per conoscere i meccanismi di riproduzione delle specie animali e i principi base della biodiversità, fino a scoprire i numerosi sistemi di comunicazione del mondo animale; l’altro appuntamento è alle 16 alla Casina delle Civette di Villa Torlonia per “La casina delle meraviglie”, un viaggio storico e artistico attraverso le trasformazioni architettoniche dell’edificio dall’aspetto medioevale e decorato in stile liberty: un unicum nel panorama artistico internazionale.

Visualizza il programma di “Musei da toccare” per gennaio-marzo 2020

Il 26 gennaio alle 17, sempre alla Casina delle Civette di Villa Torlonia è in programma la visita guidata, gratuita per i possessori della MIC card, con l’artista Maria Paola Ranfi nell’ambito della mostra a lei dedicata. “Gioiello intimo colloquio”, questo il nome dell’esposizione, una selezione di oltre 60 esemplari tra gioielli e sculture realizzati a cera persa in oro, bronzo, argento e con pietre preziose dai tagli rari e particolarissimi.

Sono rivolti al pubblico di tutte le età i tre eventi del weekend, gratuiti con la MIC, al Museo Civico di Zoologia. Il 25 gennaio alle 12 nella sala del Planetario e Museo Astronomico, sarà possibile misurare la distanza e la dimensione delle stelle grazie allo spettacolo per bambini “Vita da stella” con il Dottor Stellarium. A seguire, alle 16.30, lo spettacolo “Il Dottor Stellarium” alla scoperta del Sole. Domenica 26 gennaio alle 17.30, Stefano Giovanardi proporrà “Ecologia Cosmica: figli delle stelle, custodi della Terra”, una riflessione filosofica e scientifica sul ruolo dell’umanità rispetto al nostro pianeta.

Dalle 10 alle 19 del 25 gennaio il Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese ospiterà la proiezione del video di Innocenzo Odescalchi, animato da Annalisa Corsi, dal titolo Musa Evasiva.

Per gli appassionati di archeologia e non solo, con il ticket FORUM PASS SUPER, realizzato grazie all’intesa tra Roma Capitale e MiBACT, si potrà accedere al percorso unificato dell’area archeologica Foro Romano-Palatino e Fori Imperiali e visitare anche i siti SUPER: dieci luoghi speciali per entrare nel vivo dell’arte e della civiltà romana con tecnologie immersive e narrazioni virtuali. Sono cinque gli ingressi dai quali si può accedere: largo Corrado Ricci, via Sacra (in prossimità dell’arco di Tito), via di San Gregorio, via del Tulliano (di fronte al carcere Mamertino) e piazza della Madonna di Loreto (vicino alla Colonna Traiana). L’orario di apertura al pubblico è 8.30-16.30 (ultimo ingresso 15.30). Per informazioni: www.sovraintendenzaroma.it.

Grazie al progetto in realtà aumentata e virtuale “Circo Maximo Experience”, il pubblico può vedere il Circo Massimo, il più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi, in tutte le sue fasi storiche: dalla semplice e prima costruzione in legno ai fasti dell’età imperiale, dal medioevo fino alla seconda guerra mondiale. È sufficiente indossare gli appositi visori e seguire le varie tappe del percorso itinerante. Si tratta di un progetto all’avanguardia che utilizza tecnologie interattive di visualizzazione mai realizzate prima in un’area all’aperto di così ampie dimensioni. L’applicazione, già disponibile in inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo, ora è anche in cinese, giapponese e sottotitolata per i non udenti. L’esperienza è fruibile dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 16.30, con ingresso da viale Aventino, e dura circa 40 minuti. Ultimo ingresso ore 15.30. Biglietto ridotto per i possessori MIC card. Per informazioni www.circomaximoexperience.it.

LEGGI ANCHE – Roma. Tavolo tecnico in Questura in vista del derby di campionato

Oltre al grande patrimonio di collezioni permanenti, nei Musei Civici della Capitale sono sempre numerose, varie e interessanti le mostre da visitare durante il weekend, gratuite o con riduzione per i possessori della MIC card, da gennaio 2020 estesa anche ai cittadini dell’area metropolitana. Al Museo di Roma a Palazzo Braschi è in corso “Canova. Eterna bellezza”, esposizione incentrata sul legame tra Antonio Canova e la città di Roma con oltre 170 opere e prestigiosi prestiti da importanti Musei e collezioni italiane e straniere. Per i possessori MIC card è previsto l’ingresso con biglietto ridotto.

Ai Musei Capitolini, negli ambienti al piano terra di Palazzo dei Conservatori, continua “L’ Arte Ritrovata”, un mosaico di testimonianze archeologiche e storico artistiche, dall’VIII secolo a.C. all’età moderna, altamente simbolico e rappresentativo della pluridecennale azione di salvaguardia operata dall’Arma dei Carabinieri.

Al Museo dell’Ara Pacis con la grande mostra “C’era una volta Sergio Leone”, Roma celebra, a 30 anni dalla morte e a 90 dalla sua nascita, uno dei miti assoluti del cinema italiano. Ingresso ridotto alla mostra con la MIC Card.

“Colori degli Etruschi. Tesori di terracotta” alla Centrale Montemartini propone una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere), in parte inedite. Sono esposti reperti archeologici di fondamentale importanza per la storia della pittura etrusca, recentemente rientrati in Italia grazie a un’operazione di contrasto del traffico illegale. In corso anche “110 anni di luce. ACEA e ROMA”, una mostra dedicata all’importante ricorrenza dei centodieci anni di vita e attività dell’azienda capitolina.

Alla Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi la mostra “La rivoluzione della visione. Verso la Bauhaus. Moholy-Nagy e i suoi contemporanei ungheresi”, dedicata all’arte di László Moholy-Nagy, artista d’origine ungherese e figura chiave del movimento Bauhaus nel mondo, in occasione delle celebrazioni per i 125 anni dalla sua nascita (1895-2020). Nell’ambito della mostra, nell’area del chiostro/giardino, è presente un’installazione di Sàndor Vàly, in una prospettiva di ricostruzione ambientale contemporanea delle teorie sulla luce dello stesso fondatore del Bauhaus. Sempre alla Galleria, si svolge in contemporanea “Spazi d’arte a Roma. Documenti dal centro ricerca e documentazione arti visive (1940-1990)”, un progetto espositivo e di workshop in correlazione con i 40 anni del Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive (1979-2019).

Il Museo di Roma in Trastevere ospita, a partire da questa settimana, la mostra curata da Jill Silverman von Coenegrachts “Frammenti. Fotografie di Stefano Cigada”, un lavoro che indaga il patrimonio statuario di alcuni grandi Musei attraverso il medium fotografico. Continua inoltre “Taccuini romani. Vedute di Diego Angeli – Visioni di Simona Filippini”, che espone l’intera serie dei dipinti di Diego Angeli in un confronto fuori da schemi cronologici e linguistici con le immagini fotografiche scattate con la polaroid da Simona Filippini, nel corso di più di un decennio, tra Roma e le sue periferie.

Ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali oltre all’esposizione “Giancarlo Sciannella – Scultore di archetipi”, articolata lungo la via Biberatica, è in corso “Civis Civitas Civilitas”, che illustra, attraverso plastici degli edifici sacri e pubblici, il modello di vita urbano romano, esportato militarmente anche nelle città dell’impero.

Da visitare nei Musei di Villa Torlonia: “Carlo Levi e l’arte della politica”, al Casino dei Principi, una mostra a cura del Centro Carlo Levi di Matera e della Fondazione Carlo Levi, che spazia nella poliedrica personalità di Levi, dalla letteratura alla poesia, dalla pittura al disegno. Alla Casina delle Civette, ne “Il giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight”, lo spirito del Giardino della Casina si materializza in 50 dipinti in acrilico nei quali campeggia la Natura tra uccelli acquatici, ninfee, iris bianchi e blu, fiori di campo, boschi di betulle e crisantemi.

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese oltre a “Unforgettable Childhood” – una selezione di opere (dipinti, disegni, fotografie, video, sculture, installazioni) di artisti israeliani e italiani, sul tema dell’infanzia – è visibile “Ponte di conversazione con Paolo Aita”, una collettiva di 54 opere create da artisti vari in omaggio al calabrese Paolo Aita, poeta, scrittore e critico d’arte e musicale.

“Aspettando l’Imperatore”, al Museo Napoleonico, ricostruisce il volto utopico della Roma napoleonica, rimasto in gran parte al solo livello progettuale, mentre il Museo delle Mura con “Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, Si Gioca!” espone una suggestiva selezione di 137 giocattoli antichi appartenente dalla Collezione capitolina. Al Museo Civico di Zoologia la bellezza del cielo e della città eterna nella mostra fotografica “Carpe Sidera”, 30 immagini che immortalano l’incontro di alcuni dei fenomeni più spettacolari del firmamento notturno con monumenti e simboli della Capitale.

Possono acquistare la MIC card tutti i maggiorenni che siano residenti o studenti in atenei pubblici e privati o domiciliati temporanei a Roma e nella città metropolitana di Roma. La card, al costo di 5 euro, dà diritto per 12 mesi all’ingresso illimitato in tutti i siti del sistema Musei in Comune. I possessori della MIC hanno diritto alla riduzione per le grandi mostre che si svolgono nel corso dell’anno al Museo dell’Ara Pacis e al Museo di Roma a Palazzo Braschi. Attualmente per le mostre “Canova. Eterna bellezza” al Museo di Roma e “C’era una volta Sergio Leone” al Museo dell’Ara Pacis. Sono previste riduzioni con la MIC anche per gli spettacoli immersivi “Circo Massimo Experience”. Per i possessori della MIC card è libero l’accesso ai siti archeologici e storico-artistici della Sovrintendenza Capitolina. Sono inoltre incluse le visite e le attività didattiche effettuate dai funzionari della Sovrintendenza Capitolina che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo. Per informazioni www.museiincomuneroma.it

La Casa del Cinema ospita a ingresso gratuito la mostra “Furio Scarpelli: Pennello, China e Macchina Da Scrivere”, un’affascinante esposizione che racconta, attraverso fumetti, ritratti e vignette satiriche, l’instancabile passione per il disegno che ha percorso tutta la vita dello sceneggiatore dei capolavori italiani. Proseguono anche gli appuntamenti gratuiti della rassegna cinematografica a cura di Elisa Battistini “Strade a doppia corsia. Itinerari della New Hollywood”. Quattro le proiezioni del 24 gennaio: ore 15 “Cockfighter” di Monte Hellman; alle 17 “Dillinger” di John Milius; si prosegue alle 19.30 con “Wanda” di Barbara Loden; a chiudere la giornata, alle ore 22, “La prima volta di Jennifer – Rachel, Rachel” di Paul Newman. Il 25 gennaio alle 19.30 “I killers della luna di miele” di Leonard Kastle e alle 22 “Io sono il più grande”, regia di Monte Hellman e Tom Gries. Ultimi appuntamenti della rassegna il 26 gennaio, si comincia alle ore 16 con “Thieves Like Us” di Robert Altman, alle 19.30 “Amore, Piombo e Furore” di Monte Hellman per concludere alle 22 con “Foxy Brown” di Jack Hill.

Torna sul palco del Teatro Argentina “Un Nemico del Popolo” lo straordinario viaggio etico-politico del Dottor Stockmann, creatura nata dalla penna di Henrik Ibsen e portata alla vita dall’energia e sapienza di Massimo Popolizio, regista e interprete dell’acclamato allestimento. In scena il dilemma morale che divide due fratelli in una lotta politica senza esclusione di colpi.

Al Teatro India, Giorgina Pi si confronta con WASTED, un testo della rapper, live performer, poetessa e scrittrice che ha rivoluzionato la scena culturale inglese, Kate Tempest, voce esplosiva di una generazione sofferente divisa tra ambizioni e sogni infranti.

Al Teatro dell’Opera domenica 26 gennaio alle 16.30 andrà in scena “I Capuleti e i Montecchi” di Vincenzo Bellini, sul podio dell’Orchestra del Teatro il maestro Daniele Gatti, direttore musicale della Fondazione capitolina, in un nuovo allestimento con regia, scene, costumi e luci di Denis Krief. Il Coro del Teatro dell’Opera di Roma sarà diretto dal maestro Roberto Gabbiani.

A Palazzo delle Esposizioni da sabato 25 gennaio e fino al 13 aprile “Gabriele Basilico. Metropoli”, la mostra incentrata sul tema della città con oltre 250 opere in diversi formati datate dagli anni Settanta ai Duemila, alcune delle quali esposte per la prima volta. Fino al 16 febbraio al piano zero, nella Sala Fontana è in corso l’esposizione “Katy Couprie. Dizionario folle del corpo” a cura del Laboratorio d’arte. La mostra si ispira al celebre libro dell’artista francese (Editions Thierry Magnier, 2012). Un vocabolario visivo che racconta il corpo umano in tutti i suoi aspetti mescolando l’anatomia con la poesia, le azioni con le emozioni, i modi di dire con le citazioni letterarie. Fino al 16 febbraio al Bookstore, c’è la mostra di Antonella Abbatiello “Case fra i libri, Case nei libri” che prende vita tra gli scaffali della libreria. Insieme alle tavole originali create per il suo album “Case così”, Antonella Abbatiello espone in questa mostra una installazione appositamente realizzata e propone ai visitatori una personale selezione di libri che raccontano di case. Sabato 25 gennaio nell’ambito della rassegna di incontri “La Democrazia dello Sguardo” in occasione della mostra Gabriele Basilico – Metropoli. Alle 16.30 L’esperienza di Basilico una conversazione con Roberta Valtorta e Francesco Moschini, modera Filippo Maggia. E alle 18.30 “Dialoghi sui libri di Gabriele Basilico” una conversazione con Roberto Kock e Nicolò Degiorgis, modera Giovanna Calvenzi. Domenica 26 gennaio alle 18.30 nell’ambito della rassegna di incontri La Democrazia dello Sguardo in occasione della mostra Gabriele Basilico – Metropoli, si tiene “Dal lavoro su Beirut di Gabriele Basilico” l’occasione per una riflessione sulle conseguenze della guerra. Una Conversazione con Marco Damilano, Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi, modera Renata Ferri.

Torna all’Auditorium Parco della Musica venerdì 24 e sabato 25 alle 21 e domenica 26 alle 17 in Sala Santa Cecilia “Les Étoiles”, gala internazionale di danza, uno degli appuntamenti di danza più interessanti della capitale, con un cast formato dai più grandi nomi del balletto classico e un programma di brillanti virtuosismi. Ed ancora musica con Ludus Gravis Ensemble venerdì 24 gennaio alle 21 nel Teatro Studio Gianni Borgna, che sarà in scena con un omaggio a Terry Riley, uno dei maggiori rappresentanti della musica minimalista, e al compositore e contrabbassista Stefano Scodanibbio. Continuano le “Lezioni di Rock” con “Beatles for sale”. Infine sabato 25 in Sala Petrassi alle 21 con il concerto della “Nuova Compagnia di Canto popolare” prenderà il via la rassegna “Di canti e di storie”.

Alla Casa del Jazz, oltre agli appuntamenti dedicati a Chet Baker, in programma questa settimana i concerti di Francesco Diodati venerdì 24, Paolo Recchia e Luca Mannutza sabato 25 e la lezione/concerto su Pat Metheny domenica 26.

Scrivi un Commento

diciotto − 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy