Casilina News
Attualità

Arce, sicurezza strada regionale 82 “Valle del Liri”: incontro tra Comune e Astral

arce sicurezza strada 82 valle del liri

Si è tenuto mercoledì scorso, 15 gennaio, un importante sopralluogo tra il Comune di Arce e l’Astral Spa per la sicurezza della strada regionale n. 82 “Valle del Liri”, in corrispondenza del tratto viario di fronte al Santuario di S. Eleuterio.

Sicurezza strada regionale n. 82 “Valle del Liri”: ecco come è andata

A sollecitare l’incontro è stato il sindaco di Arce Luigi Germani, all’indomani del tragico incidente avvenuto la notte di natale in cui ha perso la vita la giovane Ilaria Lai.

Da tempo il Comando di Polizia locale e l’Ufficio tecnico del comune si sono attivati al fine di rendere più sicura la circolazione ai veicoli e ai pedoni di tutto il tratto che va dal km 75,9 (nuova rotatoria) al 73,6 (confine con il comune di Fontana Liri).

Il sopralluogo è stato richiesto, in particolare, per individuare la messa in opera di interventi capaci di dissuadere la velocità ed innalzare la sicurezza del tratto dove insiste il centro abitato ed il santuario.

All’incontro erano presenti per il comune di Arce il sindaco Germani, l’assessore ai Lavori pubblici Sisto Colantonio, il comandante Giampiero Marzilli, il tecnico comunale Enrico Simonelli; per l’Azienda Strade Lazio il funzionario incaricato Luca Virgulti.

Da un primo esame della situazione, è stata ipotizzata la rimozione dell’aiuola spartitraffico e la chiusura dell’accesso alla piazza nel versante di Fontana Liri. Un unico ingresso consentirebbe una maggiore visibilità sulla curva sia per chi sopraggiunge da Arce che per quanti si dirigono o provengono dal santuario. Contestualmente dovrebbe essere prevista l’installazione di una barriera di sicurezza, del tipo guard-rail a doppia altezza, per la parte attualmente occupata dallo spartitraffico e dal secondo accesso. Naturalmente l’intervento prevederà tutta una serie di segnaletica orizzontale e verticale per richiamare l’attenzione al rispetto del limite di velocità che, ricordiamo, in quel tratto è di 50 km orari.

LEGGI ANCHE – Arce, omicidio Serena Mollicone: l’ex Comandante Mottola si dichiara innocente

L’ipotesi di installare dossi artificiali sarebbe stata esclusa in quanto, per la specificità del tratto, potrebbe rappresentare un ulteriore elemento di pericolo e addirittura favorire lo sbandamento e l’uscita di strada dei veicoli in transito.

Il comune, sull’indicazioni dei responsabili della Sezione strade, presenterà a breve un progetto di attuazione che dovrà ricevere il nullaosta dell’Astral prima dell’effettiva esecuzione.

Scrivi un Commento

diciassette − 15 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy