Casilina News
Cronaca

Ceccano, due persone di Ferentino rubano alimenti e prodotti di pulizia per la casa nei negozi

Ceccano, due persone di Ferentino rubano alimenti e prodotti di pulizia per la casa nei negozi

Continuano incessanti i servizi programmati dal Comando Compagnia Carabinieri di Frosinone ed attuati da tutto il personale dipendente, sia per contrastare la commissione dei reati in genere (con particolare attenzione ai reati predatori) che per garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini.

Furto aggravato

LEGGI ANCHE – Ceccano, rubano rubinetti e materiale termoidraulico: due arresti

Tali attività, difatti, ha permesso nella decorsa serata, a Ceccano, al personale del locale Comando Stazione Carabinieri di trarre in arresto due cittadini di nazionalità marocchina, entrambi 41enni e domiciliati in Ferentino, (e già gravati da analoghe vicende penali) poiché resisi responsabili del reato di “furto aggravato”.

Nello specifico, gli stessi, intercettati all’interno di un’attività commerciale per la vendita di prodotti per la casa e sottoposti ad un minuzioso controllo e successiva perquisizione personale, venivano trovati in possesso di “numerosi prodotti per la pulizia per la casa e per la pulizia/cura della persona”, asportati poco prima dagli scaffali del negozio ed abilmente occultati all’interno di un “sacchetto” cucito ad  “hoc” nella parte interna delle due gambe dei pantaloni.

La successiva perquisizione veicolare eseguita nel veicolo appurato essere in quel momento in loro uso (e risultato poi essere di proprietà di altra persona pregiudicata residente in Ferentino), permetteva ai militari operanti di rinvenire,  all’interno dell’abitacolo,  ulteriore e  notevole quantità di “generi alimentari”  asportati qualche ora prima da un’altra attività commerciale sempre del luogo.

Nel medesimo contesto operativo, la refurtiva veniva restituita agli aventi diritto mentre, gli arrestati, ad espletate formalità di rito e così come disposto dalla competente A.G., venivano accompagnati presso le loro rispettive abitazioni poiché sottoposti al regime degli arresti domiciliari, in attesa che venga disposta l’udienza per il rito direttissimo.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

diciassette − quindici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy