Casilina News
Attualità

I consigli per tenere gli animali domestici al sicuro dai botti di Capodanno: sono un vero trauma per cani, gatti e non solo

Coronavirus e animali: l'OMS, rimane del parere che non esistano prove sufficienti per affermare che cani e gatti possano essere infettati

Festeggiare, si può ma con qualche precauzione. Infatti, durante la notte di San Silvestro, assieme al tradizionale cenone e al brindisi allo scoccare della mezzanotte, a “fare la voce grossa” ci sono anche i fuochi d’artificio e i petardi.

Botti di Capodanno: i principali consigli per ridurre al minimo i disagi a cani, gatti e animali domestici

Oltre alla sicurezza, i celebri botti sollevano pure la questione del benessere degli animali. Il fragore degli scoppi, concordano gli esperti del settore, scatenano infatti per esempio ai cani, che possono udire frequenze superiori alle 80mila vibrazioni al secondo, un vero e proprio dolore. I gatti scappano con il rischio di essere investiti, gli uccelli perdono l’orientamento e vanno a sbattere contro alberi e pali. Insomma i botti di Capodanno sono un pericolo per tutti gli animali, domestici e selvatici. Questi ultimi, possono anche morire per il terrore di eventi che non riescono a comprendere. Quelli domestici possono scappare.

Secondo gli esperti i botti sono colpevoli ogni anno della morte di migliaia di animali per stress, spaventi, incidenti e assideramento, esistono comunque delle precauzioni da prendere. Gli animali che normalmente vivono all’esterno, andrebbero tenuti temporaneamente in un luogo chiuso, comodo e rassicurante. Inoltre se l’animale resta solo in casa il consiglio è tenere alto il volume della tv, della radio o altri abituali suoni casalinghi per coprire in parte il rumore dei botti. Se proprio anche voi volete usare fuochi d’artificio, magari per far contenti i vostri piccoli, sappiate che esistono anche giochi di luce colorati che non fanno rumore.

Il consiglio degli esperti è quindi quello di non tenere i propri animali in giardino, ma di farli entrare in casa, chiudere bene porte e finestre, ed eventualmente alzare il volume della televisione in modo che non capiscano cosa stia succedendo fuori dalle mura domestiche. Se non fosse possibile, cercare di evitare che i petardi finiscano nel giardino ed evitare di scoppiarli vicino a lui. Se lo lasciamo in un luogo chiuso, accertiamoci che non vi siano oggetti pericolosi contro cui possa sbattere. Cercare di rendergli quanto più possibile familiare l’esperienza di fine anno e quindi evitare di lasciarlo in un luogo senza i suoi ciottoli, la sua scodella d’acqua e tutto ciò che utilizza quotidianamente. Evitare di dargli da mangiare poco prima della mezzanotte per far sì che non si manifestino situazioni di vomito o soffocamenti durante gli scoppi. Se possibile, non lasciare soli in casa gli animali ma nemmeno coccolarli troppo.
Inoltre, abituare l’animale allo scoppio dei botti magari facendogli ascoltare e vedere qualche video su internet, aumentando pian piano il volume ma senza che ciò diventi fastidioso per lui. Non accarezzarlo (soprattutto vale per i bambini) quando si trova in stato di ansia durante lo scoppio di botti e petardi. Infine, se possibile, associare qualcosa di positivo ai tradizionali botti di Capodanno per evitare di turbarlo troppo.

Scrivi un Commento

due × 4 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy