Casilina News
Cronaca

Tor Bella Monaca, Primavalle e San Basilio: 5 pusher arrestati

Trastevere, 15enne sorpreso a spacciare marijuana vicino a una scuola

Gli Agenti della Polizia di Stato della VI^ Sezione “Contrasto al Crimine diffuso” della Squadra Mobile, nell’ambito dell’attività volta al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti in diverse zone della Capitale ed in particolare nei  quartieri  Tor Bella Monaca, Primavalle e San Basilio, hanno arrestato 5 uomini  di cui uno incensurato, ed uno gravato dall’obbligo di firma, tutti colti nella flagranza di detenzione e di spaccio di droga.

I dettagli

Gli operatori della Sezione “Falchi”, che svolgono specifici controlli mirati alla prevenzione ed alla repressione di reati nelle zone più degradate della città, dopo aver effettuato numerosi servizi di appostamento, hanno concluso tre distinte operazioni.

La prima in zona Primavalle, dove gli investigatori hanno notato un via vai di soggetti dal locale cantine attiguo ad un condominio ubicato in Via Esperia Sperani.

Insospettiti da tale anomala frequentazione, i “Falchi” hanno fatto accesso al locale, trovando nel corridoio un giovane italiano incensurato, seduto su una sedia con in mano dell’hashish mentre, all’interno di una delle cantine, hanno rinvenuto altro stupefacente pronto per essere smerciato, per un totale di  1.575 grammi.

Un altro servizio di osservazione in zona Tor Bella Monaca, dove agli investigatori non è sfuggita la frequentazione assidua in un immobile ubicato in Viale dell’Archeologia da parte di numerosi giovani.

Dopo pochi attimi, i poliziotti hanno potuto cogliere le condotte di due soggetti italiani con numerosi precedenti di polizia che, in sinergia tra loro, erano intenti nell’attività di spaccio di cocaina: a riprova di ciò, sono state rinvenute diverse confezioni in cellophane per un peso complessivo di 5 grammi e denaro contante per un valore di Euro 1.180,00.

Anche in via Corinaldo, a San Basilio, nella serata di sabato gli uomini in borghese, hanno arrestato in flagranza di reato due soggetti italiani con diversi precedenti di polizia.

In particolare, uno dei due è stato visto attendere e contattare gli acquirenti in strada, mentre l’altro, dopo che il primo aveva ricevuto i soldi, si avvicinava per consegnare lo stupefacente “ordinato”. Le singole dosi erano occultate all’interno di un pacchetto di sigarette nascosto tra il bucato steso ad asciugare alla finestra di un appartamento sito al piano terra di uno stabile attiguo.

Nell’occasione sono state sequestrate 17 dosi di cocaina  per un peso globale pari a gr.10 e denaro contante pari a Euro 625,00.

LEGGI ANCHE – Primavalle, armato di estintore tenta di rubare l’incasso di un distributore di benzina

Sanzionati in via amministrativa anche due acquirenti, colti nella detenzione delle singole dosi appena acquistate.

Tutti gli arrestati, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, sono stati ristretti in regime di arresti domiciliari e accompagnati presso le camere di sicurezza della locale Questura, in attesa del rito direttissimo.

L’operazione che ha portato ai sequestri descritti si innesta in una strategia di controllo e repressione dello spaccio di stupefacenti mirato alle aree periferiche della capitale. In questo caso, la costante e laboriosa azione degli Agenti, svoltasi con appostamenti protrattisi per giorni, ha avuto quale obiettivo quello di intercettare e recidere le linee di approvvigionamento delle principali “piazze di spaccio” della città.

Un risultato importante quello messo a segno dagli uomini della Polizia di Stato, non solo sotto il profilo repressivo, ma anche nell’ambito di una strategia di prevenzione della piaga del traffico di sostanze stupefacenti che, come in questo caso, si rivolge soprattutto alle fasce più giovani della società.

Scrivi un Commento

quattordici − tre =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy