Casilina News
Cronaca

Paliano, tentano il furto di un camion nella zona industriale. Due persone arrestate

San Giorgio a Liri, donna denuncia il furto dei suoi veicoli: li aveva rubati lei

Proseguono senza interruzione i servizi preventivi programmati e coordinati dal Comando  Provinciale di Frosinone in tutta la sfera giurisdizionale di competenza al fine di garantire sempre più maggiori standard di sicurezza ai cittadini. Nel corso della giornata di ieri e nella decorsa nottata,  personale di tutte le articolazioni operative del Comando Provinciale,   hanno svolto mirati servizi per il controllo del territorio, tesi a  prevenire i reati predatori, in particolare furti, attraverso un massiccio controllo alla circolazione stradale, sulle principali arterie e snodi di comunicazione della Provincia ed  in  prossimità dei caselli autostradali dell’A1, nelle  adiacenze delle Stazioni Ferroviarie oltre che in altri  luoghi che hanno evidenziato un alto tasso o una recrudescenza della delittuosità.

L’arresto per tentata rapina.

A Paliano, i militari del locale Comando Stazione, traevano in arresto un 35 enne ed un 60enne, entrambi residenti in Valmontone (RM) (già gravati da vicende penali per reati contro il patrimonio), poiché resisi responsabili in concorso tra loro di “tentata rapina”.

LEGGI ANCHE – Anagni e Paliano, nei guai un 23enne per spaccio di droga e un altro trovato in possesso di marijuana

I predetti, mentre tentavano di asportare un autocarro dalla zona industriale di Paliano, di proprietà di un imprenditore locale, venivano sorpresi dal titolare di una limitrofa impresa che, dopo aver, tempestivamente e correttamente, avvisato la Centrale Operativa del Comando Compagnia di Anagni mediante l’utenza d’emergenza 112, tentava di farli desistere dal loro intento criminoso.

L’intervento dei Carabinieri

I malintenzionati, una volta scoperti ed al fine di assicurarsi l’impunità e la refurtiva, minacciavano di morte l’uomo con il quale ingaggiavano breve colluttazione interrotta dal tempestivo arrivo dei militari operanti che, dopo aver bloccato i malfattori, rinvenivano nella loro disponibilità diversi arnesi da scasso che venivano posti sotto sequestro. L’autocarro in argomento, invece, veniva restituito al legittimo proprietario.

Ad espletate formalità di rito, gli arrestati, venivano trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Anagni in attesa dell’udienza del rito direttissimo. disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Scrivi un Commento

10 + cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy