Casilina News
Attualità

4 consigli per scegliere (e installare) le scale per la mansarda

Recuperare un sottotetto e renderlo abitabile significa aumentare di molto lo spazio di un’abitazione. Ci sono normative da rispettare, lavori da effettuare e occorre inserire elementi architettonici necessari per assicurare la vivibilità degli spazi. Questo significa che a volte bisogna occuparsi anche delle finestre per tetti, perché permettono l’ingresso della luce in quantità maggiore rispetto alle finestre normali, ma soprattutto è indispensabile collocare le scale per mansarda, che permettono di collegare i livelli anche in spazi angusti.

Preparare i documenti necessari

Per aprire una finestra nel tetto bisogna prima fare richiesta al Comune di Permesso di Costruire, a volte serve la SCIA in quanto l’operazione comporta modifiche strutturali. Mentre se si tratta solo di sostituire i vecchi serramenti, si può agire liberamente perché vengono effettuato semplicemente delle opere di manutenzione ordinaria. Se però si vuole cambiare il lucernario esistente con uno di altra forma e dimensione, serve la SCIA. Questa segnalazione è necessaria anche quando bisogna creare, spostare o sostituire la scala in mansarda. Prima di apprestarsi alla ristrutturazione di un locale sottotetto è bene quindi tenere d’occhio la normativa locale oltre che considerare i desideri personali.

Valutare le dimensioni da sfruttare

In linea di massima, quando si tratta di trovare posto alle scale per la mansarda si tende a cercare una soluzione che permetta di collegare i due piani utilizzando la minore quantità di spazio possibile. Tra le diverse possibilità per sfruttare al meglio gli spazi, il modello retrattile è molto efficace per la mansarda. La scala retrattile ha il vantaggio di occupare pochissimo spazio e di ingombrare solamente quando è aperta e quindi viene utilizzata. Per installare questa variante è sufficiente creare una botola nel soffitto all’interno della quale la scala per la mansarda scompare quando viene chiusa e che diventa il passaggio tra un piano e l’altro quando invece è aperta. Si tratta di una soluzione a scomparsa molto gettonata quando si ha poco spazio a disposizione e anche quando il piano al quale si collega non viene raggiunto ogni giorno. In alternativa, in assenza di spazi sono molto pratiche le moderne miniscale, dei veri e propri salvaspazio che creano collegamenti tra un piano e l’altro anche in spazi angusti e ridotti ai minimi termini.

Considerare l’impatto estetico della scala da mansarda

Nella varietà di proposte di scale pensate appositamente per creare un collegamento con sottotetti e mansarde, la scala a chiocciola gode di un fascino vintage di gusto intramontabile. L’impatto estetico di questa scala che si sviluppa su sé stessa in un moto rotatorio armonioso è elevato, nonostante sia davvero esiguo l’ingombro utilizzato. In genere questa tipologia di scala per mansarda occupa infatti un diametro di 120 centimetri. Questo è una struttura che si sviluppa su sé stessa ma che comunque permette di passare comodamente da un piano all’altro. L’importante è controllare le caratteristiche del solaio per accertarsi del peso che è in grado di supportare.

Riduci e semplifica i lavori di installazione

Se nel caso delle scale retrattili basta creare una botola, quando si sceglie di collegare la mansarda con scale comode come quelle a chiocciola, bisogna anche proteggere il foro creato per il passaggio e l’ancoraggio della struttura con una protezione, ringhiera o parapetto che sia. In commercio si trovano comode soluzioni in kit di scale a chiocciola per mansarde moderne e colorate, complete di ringhiere, con un pianerottolo universale adattabile sia al foro quadrato sia al foro rotondo, con eventuale balaustra supplementare, che permettono una installazione rapida e semplice.

Scrivi un Commento

3 × cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy