Casilina News
Calcio a cinque

Lazio C5, Maurizio Anzini nuovo preparatore dei portieri del settore giovanile

Lazio C5, Maurizio Anzini nuovo preparatore dei portieri del settore giovanile

Settore giovanile, il preparatore dei portieri è Maurizio Anzini

La S.S. Lazio Calcio a 5 dà il suo benvenuto a Maurizio Anzini, nuovo preparatore dei portieri del settore giovanile. Da anni selezionatore degli estremi difensori per la Rappresentativa del CR Lazio, Anzini si occuperà di Giovanissimi e Allievi, lanciandosi con passione in questa nuova esperienza.

“Girando sui campi per il mio lavoro con la Rappresentativa, ho avuto modo di entrare a contatto col mondo biancoceleste. Quando Andrea Colaceci, che ne è il responsabile del settore giovanile, mi ha prospettato questa nuova avventura non ci ho pensato poi molto. Mi è stato presentato un progetto ambizioso e interessantissimo. Conosco la famiglia Chilelli da tanto tempo ed inoltre, essendo un tifoso laziale, indossare quella maglia e quei colori è un vero orgoglio”.

Prima da giocatore, poi da preparatore dei portieri, Anzini ha scoperto la passione per il futsal. Uno sport che sa sempre regalare emozioni uniche: “Ho cominciato quasi per gioco ad allenare i portieri, poi però me ne sono appassionato. Anno dopo anno mi sono reso conto che questa figura è fondamentale all’interno di uno staff tecnico. I ragazzi di oggi sono molto più chiusi ed oltre al lavoro tecnico bisogna farne uno psicologico, entrando nella testa di ognuno di loro. Tutto questo lo si ritrova poi in campo e nelle metodologie di allenamento, perché non si possono allenare tutti i ragazzi allo stesso modo”.
Diversificare le tipologie di allenamento, ma soprattutto aiutarli nella crescita umana e tecnica: “Spesso e volentieri osservando gli allenamenti si vedono portierini abbandonati a loro stessi da un lato del campo. Invece no, anche e soprattutto per loro il lavoro deve essere mirato e specifico”. La Lazio accoglie così Anzini che si lancia in questa avventura con massimo della passione: “Più sono in mezzo al campo e più mi diverto”.