Casilina News
Tailorsan
Basket

Basket, Palestrina domina contro la Luiss: è 58 a 77

basket palestrina luiss

Prova del nove da capolista per un Palestrina senza paura, che mostra anche segnali di crescita dal punto caratteriale.

I dettagli del match

Partenza lanciata con un Rossi in stato di grazia, Pasqualin in marcatura soffre enormemente e quando non ci pensa il nr.8 arrivano le lunghe leve di Thiam a sostenere il vantaggio. La Luiss assorbe il colpo, rientra e sciupa anche i liberi della parità, in un finale di quarto costellato di viaggi in lunetta. Rischia tiene due possessi di vantaggio e Bonaccorso sulla sirena può solo accorciare.

Dopo aver sistemato alcune cose, Palestrina ritorna brillante ed efficace, ancora Thiam e Rossi contribuiscono al primo vero allungo. La guardia prenestina si accende anche dall’arco e comincia l’incubo per la Luiss, che con Pasqualin manda ancora in lunetta l’indemoniato avversario. 18-29 a metà frazione, l’ex Fiorucci sembra il più pimpante degli universitari ma da solo non basta. Bartolozzi si iscrive a referto e Rossi conclude un primo quarto stellare, uniche pecche il quarto fallo proprio di Bartolozzi e la bomba concessa a Martino che porta al 27-35.

Ma nel secondo tempo Palestrina chiude i giochi, Cacace realizza un bel step-back, Rossi riprende a martellare dalla lunga e Mastroianni rompe il digiuno con quattro punti in fila. La difesa degli ospiti rende tutto più semplice, riscuotendo gli applausi per il sacrificio mostrato anche nel recuperare palla. Palestrina si diverte e innesca tutte le frecce, Cacace lasciato sul gomito mette a sua volta una tripla e pochi secondi dopo scrive il +20 con una schiacciata in contropiede.

C’è aria di fine anticipata, Ponticiello può risparmiare Rischia acciaccato, d’altronde con Barsanti che inizia il suo show la gara appare in ghiaccio. Sono ventuno i punti della Citysightseeing in questo quarto, la Luiss lentamente ammaina bandiera bianca. La partita si fa scorbutica, coi locali che eccedono in nervosismo e si fanno fischiare antisportivi in serie, Palestrina non si scompone e tiene alta la guardia ribadendo in più riprese i 23 punti di vantaggio.

Bene Agbogan che aumenta la forbice sul 49-74, dopo che Egwoh aveva bagnato la sua entrata sul parquet con una correzione a rimbalzo. Barsanti guida un quintetto giovanissimo e in prima persona firma la tripla conclusiva, quella del 49-77 poi è solo inutile bagarre e un 9-0 che serve ad addolcire la pillola amara. In casa Palestrina si esulta e si festeggia un’altra settimana da capolista.

Scrivi un Commento

17 − 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy