Casilina News
Tailorsan
Cronaca

Civitavecchia, sospesa la licenza ad un noto chiosco del centro: ecco i motivi

civitavecchia sospesa licenza chiosco

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Civitavecchia, diretto da Paolo Guiso, hanno sospeso per motivi di sicurezza pubblica, applicando l’ordinanza del Questore di Roma Carmine Esposito, la licenza al titolare di un noto chiosco al centro della movida civitavecchiese.

I fatti

Il provvedimento  è stato adottato a seguito di disparati controlli effettuati dagli agenti, durante i quali sono state riscontrate irregolarità amministrative e penali nella conduzione del locale.

In particolare, i poliziotti hanno appurato che il titolare del chiosco ha organizzato alcuni spettacoli in assenza dell’apposita licenza, rilasciata, invece, solo per una durata strettamente stagionale. In quel frangente, inoltre, non sono state osservate le prescrizioni previste dalla legge a tutela dell’incolumità pubblica (estintori, capienza massima).

Numerose anche le violazioni all’ordinanza emessa dal Sindaco di Civitavecchia,  poiché gli spettacoli musicali proseguivano sino a tarda notte, ben oltre il limite orario stabilito delle ore 1.00. Per tale motivo il titolare è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.

È stata riscontrata, inoltre, una violazione amministrativa relativa alla vendita di sostanze alcoliche, in quanto  era assente l’apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico.

LEGGI ANCHE – Civitavecchia, detenzione illegale di arma da fuoco: arrestati i gestori di un bar

Da ultimo, anche la presenza nel locale di persone con precedenti di polizia per gravi reati, tra cui lo spaccio di stupefacenti. Quest’ultimo dato, insieme alle altre violazioni riscontrate nel locale, ha delineato un quadro di concreto pericolo per la sicurezza e l’incolumità pubblica, posto alla base del provvedimento adottato.

Nella mattinata odierna gli agenti del commissariato di Civitavecchia hanno notificato al titolare del ristorante l’ordinanza di chiusura e apposto i sigilli al locale.

Scrivi un Commento

1 + 2 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy