Casilina News
Tailorsan
Attualità

Gas, consumi in crescita: come risparmiare con la domotica

Gas, consumi in crescita: come risparmiare con la domotica

La casa costa, ed è una verità che emerge studiandone vari aspetti: si parte dalle spese alimentari, fino ad arrivare alle bollette di luce e gas. Proprio queste ultime rappresentano senza dubbi una delle voci di costo più ingenti da affrontare, specialmente quando si parla del gas e della stagione invernale.

Vediamo quindi come risparmiare sui consumi di gas, anche grazie alla domotica.

Consumi in aumento e consigli utili

Intervengono i dati del Ministero dello Sviluppo Economico e dello Snam, fornendoci un quadro preciso sulla situazione dei consumi in Italia. I dati raccolti dimostrano come ci sia stato un aumento dei consumi, soprattutto per quelli riguardanti il gas, saliti del +5,5% rispetto ad agosto 2018 e del +4,7% se invece confrontanti con lo stesso mese del 2017. Approfondendo ulteriormente la questione, ci si rende conto che l’agosto di quest’anno ha segnato il record (al rialzo) degli ultimi undici anni.

In sintesi, le famiglie italiane in questo ultimo mese hanno consumato una quantità di gas mai vista nell’ultima decade. Se poi si analizzano questi primi otto mesi dell’anno in corso, ecco il dato: in tal caso l’incremento dei consumi arriva al +5,1%.

Dunque è bene iniziare fornendo alcuni consigli generali su come risparmiare su questa voce di spesa. Per prima cosa, si suggerisce di cambiare operatore e di passare al mercato libero, dato che è possibile trovare diverse offerte gas convenienti, come quelle proposte da Acea, ad esempio. Non trattandosi del mercato a maggior tutela, difatti, gli operatori sono liberi di presentare delle offerte più convenienti e i consumatori possono sfruttare dalla loro questa situazione di concorrenza. Infine, si consiglia di manutenere la caldaia e i caloriferi, e di mantenere la temperatura intorno ai 22 gradi.

Risparmiare sul gas grazie alla domotica

Oggi tutte le famiglie hanno l’opportunità di risparmiare grazie alla domotica, ovvero alla scienza che applica le nuove tecnologie alle case degli italiani. Si fa riferimento all’IoT (Internet of Things) e ai diversi dispositivi intelligenti che possiamo installare presso le nostre abitazioni. Vi basti pensare a device come i termostati smart, che danno la possibilità agli utenti di gestire l’intero impianto attraverso l’utilizzo delle app proprietarie per smartphone.

In sintesi, questi apparecchi tecnologici vanno a sostituire i vecchi cronotermostati, spesso fonte di sprechi energetici, e convengono anche per la presenza di algoritmi che automatizzano il risparmio in termini di consumi. Grazie alla domotica, secondo alcuni studi di settore, si può arrivare a risparmiare fino ad un terzo sulla bolletta. Il merito va anche ai vari sistemi IoT che intervengono sugli sprechi di energia elettrica, come quelli che gestiscono autonomamente l’accensione e lo spegnimento delle luci. Ciò viene reso possibile da una rete di sensori smart. Infine, anche le tapparelle automatiche fanno parte del lotto delle soluzioni IoT per ridurre gli sprechi di gas, legati al riscaldamento della casa.

Scrivi un Commento

diciassette − 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy