Casilina News
Attualità

Carpineto, due ragazze si baciano al bar e vengono allontanate: scoppia la polemica

Ha fatto discutere nelle ultime ore il gesto compiuto dal titolare del bar Grotta Azzurra di Carpineto Romano, che ha allontanato due ragazze di 19 e 24 anni dal proprio locale dopo che queste si erano scambiate un bacio.

Sulla questione è intervenuto anche il Gay Center, che una volta a conoscenza dell’episodio ha preso subito posizione condannando fermamente il gesto“Una coppia di ragazze di 19 e 24 anni è stata allontanata dal bar grotta azzurra di Carpineto Romano per essersi scambiata un bacio a stampo – dichiara il portavoce Fabrizio Marrazzo -. L’episodio è inaccettabile, come lo sono le scuse banali e tardive del gestore giunte tramite social network della pagina del bar ‘Grotta Azzurra’. Per questo chiediamo al sindaco Stefano Cacciotti di verificare ed eventualmente ritirare la licenza al bar, dando un chiaro segnale contro l’omofobia e le discriminazioni”.

“La vicenda – continua Marrazzo – avviene in un piccolo paese della provincia, dove è più complesso vivere la propria omosessualità alla luce del sole. Infatti le due ragazze, ora supportate dal servizio Gay Help Line 800.713.713, Denunciano una situazione di disagio anche in famiglia la più giovane è stata cacciata di casa appena maggiorenne per via della sua relazione, ed entrambe hanno subito violenza. È necessario un piano concreto contro l’omofobia che preveda anche azioni capillari sui territori e che offra supporto e servizi a chi vive delle discriminazioni. Noi siamo pronti a supportare le persone lesbiche, gay e trans in provincia, come già avviene con il percorso del Lazio Pride, e dunque non escludiamo Carpineto per l’edizione 2020”.

Poche ore prima erano giunti i chiarimenti del titolare del bar Grotta Azzurra, che attraverso la pagina Facebook della sua attività aveva precisato le motivazioni che lo avevano indotto all’allontanamento delle due ragazze: “In merito ai fatti avvenuti ieri sera (22 agosto 2019), mi scuso con tutti coloro che si sono sentiti offesi. Non era mia intenzione offendere o discriminare, alcuno. Ci tengo a precisare che mi sarei comportato allo stesso modo anche con una coppia etero perché penso che atteggiamenti simili sono poco adatti in un locale pubblico”.

Scrivi un Commento

tre + sedici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy