Casilina News
Tailorsan
Fumetti

Il 12 aprile uscirà la nuova raccolta (con inediti) di Zerocalcare: Kobane calling

La Bao publishing ha confermato la nuova raccolta di opere del fumettista romano Zerocalcare. Oltre alla ristampa di Kobane calling e Ferro e piume, ci saranno vari inediti che faranno da collante a un lavoro di oltre 300 pagine.

La nuova raccolta di graphic novel uscirà ad aprile e si avvarrà della copertina disegnata da Zerocalcare (all’anagrafe Michele Rech) stesso e colorata da Alberto Madrigal (in foto, la cover ufficiale del nuovo libro). Ricordiamo che l’autore di Rebibbia è conosciuto per aver venduto numerose copie dei suoi libri contenenti strisce a fumetti, per le recensioni sui nuovi film e serie tv e per le mini storie che periodicamente pubblica sul suo sito. Qui, proprio ieri ha pubblicato in anteprima alcune pagine della sua nuova opera.

Capace di far ridere, ma anche di commuovere e far riflettere, dimostra sempre il suo impegno sociale più di quanto fa talvolta l’informazione del servizio pubblico. I suoi due precedenti lavori riguardanti una spedizione italiana in Siria raccontano le gesta dei combattenti che hanno liberato Kobane dall’Isis. Pubblicati entrambi su l’Internazionale, sono due brevi ma intensi lavori. Condensano informazioni che mostrano una città totalmente diversa da quella dipinta dai media. Una società in cui esistono le donne combattenti e c’è una democrazia da far invidia ai popoli occidentali.

La nuova raccolta arriverà il 12 aprile e, come le due precedenti – La profezia dell’armadillo e L’elenco telefonico degli accolli –, vanterà storie già pubblicate più corposi inediti. Per chi vuole saperne di più su quanto sta accadendo adesso in Siria e sulle presunte connivenze della Turchia a favore dell’Isis, non resta che comprare Kobane calling – citazione che rimanda alla canzone dei The Clash “London Calling”. La Bao publishing si è dichiarata entusiasta dell’iniziativa e ben contenta della copertina. Non è la prima volta che il mondo dei graphic novel si occupa della situazione mediorientale: basti ricordare il capolavoro di Luca Enoch e Claudio Stassi “La banda Stern”.

Adesso, non resta che attendere il nuovo libro di Zerocalcare – forse previsto per fine anno, ma le informazioni in merito latitano – e il film dedicato a La profezia dell’armadillo. La sceneggiatura è già stata scritta, ma le riprese tardano a iniziare. La regia e la partecipazione di Valerio Mastandrea saranno comunque una garanzia.

Scrivi un Commento

19 − quindici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy