Casilina News
Attualità

Trading Forex vs Trading azionario: dove aspettarsi rendimenti più elevati

plus500 perché sceglierlo trading online

Qualche mese fa ho parlato di trading forex, ecco un articolo che mette a confronto il trading Forex con il trading azionario. Personalmente non sono un grande fan di nessuno dei due. Sto meglio con i fondi indicizzati e i fondi comuni d’investimento.

Il Forex trading e il trading azionario sono due diverse forme di trading finanziario. Entrambi possono rappresentare due modi diversi per fare soldi dai mercati finanziari, ma hanno alcune sottili differenze che possono o meno funzionare a favore del trader.

Questi punti possono fare la differenza tra il successo e il fallimento. Quali sono quindi i vantaggi e gli svantaggi del trading forex  rispetto al trading azionario? I seguenti punti del broker regolamentato TradeFW.com faranno maggiore chiarezza su questo punto.

Trading forex o trading azionario, quale dovrebbe essere la tua priorità?

I seguenti pro e contro sono relativi al forex.

Pro

  1. Il mercato forex è un mercato estremamente liquido e l’elevata disponibilità del mercato assicura che gli ordini di compravendita saranno eseguiti ai prezzi degli ordini il più delle volte. I mercati azionari non sono così liquidi e i casi di ordini non eseguiti ai prezzi degli ordini tendono a verificarsi più comunemente in questo caso.
  2. Nel forex, i trader possono fare soldi in entrambe le direzioni. Tutto ciò che è necessario è prevedere con precisione la direzione dell’attività della valuta e inserire lungo se sta salendo, o corto se sta scendendo. Il profilo di rischio per un’operazione lunga o corta è uguale in forex. Nelle azioni, il modo predominante di fare soldi è quando il prezzo del bene sta salendo. L’unico modo per fare soldi dal calo dei prezzi delle azioni è la vendita allo scoperto, una forma di negoziazione altamente rischiosa che è severamente limitata dalle agenzie di regolamentazione come la Securities and Exchange Commission (organismi equivalenti in altri Paesi).
  3. Nel mercato forex, i trader hanno libero accesso sia alle posizioni lunghe che a quelle corte grazie all’assenza di condizionamenti strutturali. È quindi possibile per un trader forex aprire una contro posizione su un’operazione che non funziona bene, al fine di creare una semplice copertura per la posizione. Questo non si può fare con le azioni, in quanto la vendita allo scoperto produce un orientamento strutturale che, in determinate circostanze, la limita severamente e addirittura la vieta, lasciando i trader esposti con poche possibilità di copertura per queste posizioni.
  4. Il trading forex è un mercato 24 ore su 24, e questo presenta maggiori opportunità di guadagno per il trader rispetto al mercato azionario. I mercati azionari sono aperti solo in determinate ore del giorno e questo pone una limitazione su quando accedervi per fare soldi.
  5. Che ne dici del concetto di insider trading? Avere una conoscenza privilegiata e non pubblicizzata di un’azione e utilizzarla per trarre profitto dal prezzo dell’azione è molto disprezzato sul mercato azionario; in effetti è anche un reato economico. Nel forex, il concetto di insider trading è difficilmente ottenibile in quanto il mercato è di solito troppo grande perché una persona o entità possa influenzare il movimento di una valuta.
  6. Il mercato forex è caratterizzato da una leva finanziaria più elevata rispetto al mercato azionario. Questo permette ai trader forex di detenere posizioni significativamente più grandi con una quantità di denaro minore, e può potenzialmente permettere al trader di fare più soldi che con una quantità corrispondente di azioni. Il leverage per il forex negli Stati Uniti è di 1:50, mentre la maggior parte dei broker di borsa fornisce un leverage massimo di 1:4 per il trading azionario.
  7. I trader possono iniziare a fare forex con meno soldi che nel mercato azionario. E’ possibile iniziare a fare forex con un minimo di $100, Invece un intermediario azionario a sconto richiederà almeno $500 per conti azionari senza leva finanziaria e $2.000 per i conti di margine.
  8. Il costo del trading forex è inferiore al costo del trading di azioni. Questo perché le uniche commissioni che i trader pagano in forex sono gli spread della valuta. Non ci sono commissioni (tranne che in un ambiente ECN). Al contrario, i trader pagano una serie di commissioni quando scambiano azioni.

Contro

  1. Il mercato forex è estremamente volatile ed è molto più facile perdere denaro con il forex rispetto alle azioni.
  2. C’è un ampio assortimento di fattori che influenzano il movimento di una valuta e questo può rendere difficile per i trader che hanno poca esperienza nel mercato forex operare in modo redditizio. Al contrario, i fattori che influenzano il movimento del prezzo delle azioni sono più semplici da capire e possono essere utilizzati più facilmente per individuare opportunità di trading redditizie.
  3. La leva finanziaria più alta ottenibile nel mercato forex espone i trader al potenziale reale di sostenere perdite maggiori rispetto al mercato azionario.
  4. Nessun bene tangibile viene acquistato nel forex trading, per questo è possibile che una posizione diventi totalmente priva di valore. Al contrario, un’azione acquistata con fondi senza leva finanziaria è un’attività tangibile e difficilmente diventa priva di valore (tranne in caso di fallimento). Così un proprietario di azioni può permettersi di aspettare che il valore delle sue azioni riprenda anche dopo un massiccio calo di valore.

Questi erano alcuni dei pro e dei contro effettuati con un’analisi comparativa del trading forex e del trading azionario. L’essenza di tale analisi è che i trader devono guardare sia i lati positivi sia quelli negativi di qualsiasi forma di investimento in cui vogliono impegnarsi prima di fare il salto. In questo modo, possono essere meglio preparati e non incontreranno sorprese.

Scrivi un Commento

quattordici + 18 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy