Casilina News
Cronaca

Colosseo, uomo minaccia di buttarsi giù

Sora incndio

Nella giornata di oggi, martedì 9 luglio 2019, un uomo ha minacciato di buttarsi giù dal Colosseo di Roma.

Uomo minaccia di buttarsi dal Colosseo

Una vera e propria scena da film quella che si è verificata oggi, martedì 9 luglio 2019, nei pressi del Colosseo di Roma. Un uomo, per circostanze ancora da chiarire, è salito sopra il primo anello del Colosseo minacciando di buttarsi giù.

Sul posto sono subito intervenute le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco e i sanitari del 118.

Come hanno mostrato diverse immagini, l’uomo, dopo varie resistenze, è stato messo in salvo e rassicurato dalle Forze dell’Ordine.

Come abbiamo già sottolineato in precedenza, al momento sono ignote le cause che hanno spinto l’uomo a compiere questo gesto. Potrebbero seguire aggiornamenti nelle prossime ore.

Aggiornamenti:

Colosseo: La Polizia Locale ferma “tour  operator”  intento a buttarsi dal monumento
 

Un atto di protesta, di sfida, quello di un “responsabile di un’ agenzia turistica  ” che questa mattina si è arrampicato sul Colosseo con l’intento di gettarsi di sotto per un’ azione dimostrativa contro il nuovo regolamento di Polizia Urbana, che era stato poco prima applicato a due “promotori turistici”.

I due uomini erano stati sanzionati da una pattuglia della Polizia Locale di Roma Capitale, I Gruppo Centro, in base a quanto previsto all’art. 15 del nuovo Regolamento di Polizia Urbana,  con una sanzione pari a 400 euro ciascuno e l’ applicazione del daspo urbano per 48 ore.
Poco dopo il responsabile di un’agenzia turistica, di 50 anni di età, non nuovo a questa tipologia di azione, poiché diverse volte aveva manifestato dissensi arrampicandosi sul monumento,  ha intrapreso una forte azione di protesta fino a salire per l’ennesima volta sul Colosseo, minacciando di gettarsi nel vuoto.
Grazie ad lunga trattativa con alcuni agenti del Comando Generale, intervenuti sul posto unitamente al Comandante del Corpo Antonio Di Maggio, è stato possibile farlo desistere dall’intento suicida.
Presenti anche Polizia Di Stato,  Vigili del Fuoco e personale del 118.

Colosseo. Si arrampica sul monumento e minaccia di gettarsi nel vuoto: la Polizia di Stato lo fa desistere dal suo intento.

E’ successo questa mattina al Colosseo: un uomo ha messo in atto un’azione dimostrativa, salendo sul famoso monumento simbolo della capitale, minacciando di gettarsi nel vuoto se non fosse stato ascoltato.

Immediatamente sono arrivate pattuglie di vari commissariati, del Reparto Volanti e Stefania D’Andrea, dirigente del commissariato Celio, competente per territorio.

La funzionaria e gli uomini della Polizia di Stato hanno iniziato a parlare con la guida turistica e dopo una lunga trattativa sono riusciti a convincerlo a scendere e a mettersi in sicurezza, coadiuvati e supportati dal personale dei Vigili del Fuoco.

 Colosseo: denunciato il trasgressore ricevuto in Campidoglio

Sono terminate le operazioni  condotte dalla  Polizia Locale  di Roma Capitale  relative all’ identificazione e denuncia  per resistenza a pubblico ufficiale e procurato allarme  di  F.M. , uomo di 50 anni, responsabile di un’agenzia turistica,  che  questa mattina ha messo in scena, in modo plateale e poco credibile,  un intento suicida,  arrampicandosi sul Colosseo e minacciando di lanciarsi nel vuoto.

Il  solo obiettivo del tour operator  era quello di essere ascoltato dall’Assessore al personale  di Roma Capitale,  Antonio De Santis,  per esporre le sue rimostranze contro  il nuovo regolamento di Polizia urbana e una volta ottenuta la possibilità di confronto è sceso immediatamente dal monumento  ed è stato accompagnato dagli uomini del Comando Generale e dal Comandante del Corpo, Antonio Di Maggio,  in Campidoglio.
Nel corso del colloquio con l’esponente politico è  stata ribadita la volontà  da parte dell’amministrazione capitolina di mettere la parola fine ad abusi e irregolarità.  Nessun passo indietro  sarà messo in atto.

Scrivi un Commento

diciassette − 17 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy