Casilina News
Cronaca

Vico nel Lazio, ruba un’auto e ubriaco investe il corteo in processione a Via Santa Barbara

serrone ruba cambio monete circolo

Nel corso della scorsa serata, a Vico nel Lazio, i militari della locale Stazione unitamente i colleghi della Stazione di Guarcino e del N.O.R.M. della Compagnia di Alatri, nel contesto di un dispositivo areale attuato a seguito dell’investimento di tre fedeli durante l’annuale processione di Santa Barbara, traevano in arresto per “furto aggravato” F.F., un 25 enne di Vico nel Lazio deferito anche in stato di liberta per “guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso”. 

L’uomo (già censito per minaccia, molestie, danneggiamento, maltrattamenti in famiglia, porto abusivo di arma, false autocertificazioni, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ingiuria, avvisato orale, divieto di ritorno nel comune di Fiuggi in atto) dopo aver trafugato un’utilitaria ad un 48 enne del luogo, sprovvisto di patente e in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di alcool, con un tasso alcolemico pari a 2,23 g/l, incurante dell’alt intimatogli dal personale della polizia municipale imboccava ad elevata velocità via Santa Barbara scagliandosi contro il corteo della processione religiosa in onore della Santa investendo tre fedeli, una 49 enne, una 44 enne e una 80 enne tutte del luogo.

Le donne venivano trasportate in “codice giallo” ai nosocomi di Frosinone ed Alatri. Le immediate ricerche effettuate dai militari operanti, orientate dalle preziose testimonianze raccolte sul luogo, consentivano di rintracciare il prevenuto in località Fontana la Macchia di Vico nel Lazio ove lo stesso, con l’intento di proseguire la fuga a piedi, aveva appena abbandonato l’autovettura oggetto di furto sottoposta a sequestro penale e restituita all’avente diritto. Da ulteriori accertamenti espletati dai Carabinieri si acclarava che il predetto risultava peraltro sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita, pertanto veniva anche sanzionato amministrativamente ai sensi dell’art.116 commi 15 e 17  del C.d.S. Nei confronti dello stesso ricorrendone i presupposti, verrà riproposta la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S..

Al termine delle formalità di rito l’uomo, su disposizione dell’A.G., è stato trattenuto presso la camera di sicurezza del Comando Compagnia CC di Alatri  in attesa del rito direttissimo che si celebrerà il prossimo 2 luglio.

Scrivi un Commento

4 × 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy