Casilina News
Tailorsan
Attualità

Ladispoli, dal 17 giugno 2019 possibili disagi all’erogazione idrica: lavori al pozzo idropotabile in località Statua

Colleferro, lavori di manutenzione: sospesa l'erogazione dell'acqua potabile

Dal 17 giugno 2019 ci saranno dei possibili disagi all’erogazione idrica a Ladispoli poiché si stanno per concludere i lavori per realizzare il nuovo pozzo idropotabile in zona Statua. I problemi di erogazione possono durare dalle 24 alle 48 ore, ad iniziare dalle ore 20,00 di lunedì 17 giugno.

La nota stampa del Comune con i dettagli in merito agli usi vietati e a quelli consentiti dell’acqua:

“Dopo un lungo percorso, amministrativo e tecnico, si stanno finalmente concludendo i lavori per la realizzazione del nuovo pozzo idropotabile in località Statua. Le prove preliminari sono veramente molto incoraggianti, sia per la quantità che per la qualità dell’acqua che verrà estratta e che a breve entrerà nella rete idrica cittadina. Quest’ultimo passaggio dovrà però avvenire in maniera controllata e in totale sicurezza sanitaria”.

Le parole sono del consigliere comunale delegato alle risorse idriche, Filippo Moretti, che ha annunciato come, per motivi precauzionali, sarà necessario imporre la non potabilità nei giorni in cui verranno eseguiti gli ultimi test tecnici.

“Un piccolo disagio – prosegue Moretti – che potrebbe durare dalle 24 alle 48 ore, ad iniziare dalle ore 20,00 di lunedì 17 giugno, ma che siamo certi i cittadini di Ladispoli vorranno sopportare vista l’importanza dell’opera che porterà la nostra città alla piena autonomia idrica ed un sostanziale risparmio nella gestione dell’acquedotto. La frazione di Marina di San Nicola è esclusa da questo provvedimento, perché dotata di una propria rete idrica. Naturalmente i tecnici cercheranno di ridurre al minimo i disagi accelerando più possibile i lavori e sarà cura dell’amministrazione dare immediata comunicazione non appena sarà ripristinata la potabilità”.

Per facilitare l’interpretazione dell’ordinanza ecco la nota informativa sugli usi consentiti o vietati dell’acqua mentre sarà in vigore l’ordinanza.

Gli usi vietati sono l’uso potabile, la cottura e ricostituzione degli alimenti, la preparazione di alimenti in cui l’acqua sia ingrediente significativo come la cottura della pasta, la preparazione di alimenti in cui l’acqua sia a contatto con l’alimento per tempi prolungati.

Gli usi consentiti sono tutte le operazioni di igiene personale incluso lavaggio denti, tutte le operazioni di igiene domestica, preparazione di alimenti in cui l’acqua non sia ingrediente significativo,preparazione di alimenti in cui l’acqua sia a contatto con l’alimento per tempi ridotti e venga per la gran parte rimossa dalla superficie degli alimenti come lavaggio e asciugatura frutta e verdura.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

quattordici − 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy