Casilina News
Attualità

L’asilo di Colleferro L’orto dei nani diventa il primo Certificato del Lazio grazie al progetto Baby Signs

L’asilo di Colleferro L’orto dei nani diventa il primo Certificato nel Lazio. Il prestigioso riconoscimento è arrivato proprio il 1 giugno, da parte della Regione stessa. Non solo competenza, ma anche passione accompagnano le professioniste che lavorano all’interno della struttura.

Un riconoscimento speciale

Come spiega la fondatrice, Valentina Pagliaccia: “Tutto è iniziato con la mia passione per la Lis (lingua dei segni italiana). Ho cominciato un percorso formativo 3 anni fa, spinta dal desiderio di imparare questa lingua così bella, che utilizza il canale visivo-gestuale, per diffonderla sul territorio attraverso i miei due asili privati (BioBimbo di Velletri e L’Orto dei Nani di Colleferro) offrendo ai miei bambini la possibilità di avvicinarsi a questo mondo. Il tutto nonostante non avessi bambini sordi o affetti da altri disturbi: spesso si associa questa lingua alla disabilità, non pensando che invece può essere bello insegnarla nelle scuole come lo si fa con l’inglese o lo spagnolo, ad esempio“.

Prosegue sempre l’organizzatrice del progetto: “Successivamente, ho seguito un corso di Baby Signs per specializzarmi nella fascia di età nido 0-3 e materna 4-6. Vedendo i bambini incuriositi e la facilità con la quale apprendono i segni – riproposti poi nel contesto scolastico con i compagni, o a casa coi genitori –  anche le mie educatrici dell’asilo di Colleferro si sono innamorate di questo programma. Proprio il 1 giugno si è svolto il primo corso formativo affinché L’orto dei nani diventasse il 1° Asilo Certificato Baby Signs della regione Lazio“.

La giornata di formazione è stata necessaria per condividere con gli operatori della struttura una modalità per rendere più efficace la comunicazioni con i bambini, in attesa che facessero seguito le parole. Una possibilità in più per superare facilmente le incomprensioni e le difficoltà comunicative che caratterizzano il periodo antecedente la comprensione e la produzione orale dei più piccoli. Pian piano i bambini scopriranno come esprimersi tramite il linguaggio dei segni per esternare i propri bisogni e molto altro ancora.

Che cos’è un programma Baby Signs?

Baby Signs è un programma di comunicazione gestuale sempre in accompagnamento alla parola. Lo scopo è fornire ai bambini la possibilità di poter comunicare i propri bisogni e desideri, ma anche interessi e stati d’animo ai genitori o chi li accudisce prima ancora che imparino a parlare. Lo faranno utilizzando i segni, ovvero dei gesti manuali che rappresentano e trasmettono un significato ben preciso, come ad esempio “latte”, “mangiare” o “ancora”. Nato negli Stati Uniti quasi 30 anni fa, il Baby Signs si rivolge ai bambini in età compresa tra i 6 e i 24 mesi circa. L’efficienza e l’efficacia del programma ha permesso la sua diffusione in oltre 40 Paesi.

Insomma, se volete iniziare a comunicare in maniera efficace con i vostri piccoli ancor prima che imparino a parlare, questo è il posto giusto per rafforzare il legame e fornire un’ulteriore competenza ai vostri bambini.

Scrivi un Commento

diciannove − 5 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy