Casilina News
Cronaca

Piazza Navona, Campo de’ Fiori e Pantheon: attività antidegrado e antiabusivismo

Roma attività antidegrado antiabusivismo

Continuano senza sosta le attività antidegrado e antiabusivismo messe in atto dai Carabinieri della Compagnia Roma Centro.

Questa volta, i controlli sono scattati tra piazza Navona, Pantheon e Campo dei Fiori dove, dal pomeriggio di ieri fino a tarda notte, i Carabinieri della Stazione Roma piazza Farnese unitamente ai Carabinieri della Compagnia di Intervento Operativo dell’8° Reggimento “Lazio”, hanno passato al setaccio le strade e i vicoli che si diramano e che collegano le storiche e famose piazze.

Il bilancio è di 1 persona arrestata, altre 7 denunciate a piede libero e 14 ambulanti abusivi sanzionati amministrativamente.

A finire in manette è stato un cittadino senegalese di 39 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, che durante le verifiche sulla sua identità personale, si è opposto con violenza verso i militari, al fine di guadagnarsi la fuga, proferendo anche frasi offensive nei loro confronti. Il 39enne dovrà rispondere del reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Le prime denunce sono scattate nei confronti di quattro cittadini del Bangladesh, che sono stati scoperti a molestare turisti con le loro pressanti richieste di denaro o offrendo in vendita, con sgradevole insistenza, i loro oggetti. I 4 seccatori dovranno rispondere di molestia o disturbo alle persone.

Invece 3 cittadini nord africani sono stati sorpresi in piazza della Rotonda, a due passi dal Pantheon, e via del lavatore, mentre esponevano in vendita borse palesemente false. Dopo il sequestro della merce, i Carabinieri hanno denunciato i 3 soggetti, per vendita di prodotti recanti marchi contraffatti.

Oltre ai 7 sopra citati, altri 13 cittadini del Bangladesh e uno del Pakistan, sono stati sorpresi a vendere vari oggetti in strada e per questo sono stati sanzionati dai Carabinieri per vendita ambulante non autorizzata di prodotti non alimentari per oltre 98.000 euro. La loro merce, in totale oltre 300 articoli, è stata sequestrata.

Scrivi un Commento

12 + 14 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy