Casilina News
Tailorsan
Cronaca

Termini e Tiburtina, furti e danni ai passeggeri: il bilancio della settimana

termini tiburtina furti

 4095 identificati, 8 arrestati di cui 3 minori, 15 denunciati in stato di libertà, 113 pattuglie impiegate a bordo treno per 280 treni scortati e 4 contravvenzioni contestate in materia ferroviaria.

Questo è il bilancio dell’attività svolta dalla Polizia di Stato – Compartimento per il Lazio nel corso dell’ultima settimana scorsa con l’impiego su tutto il territorio regionale di 641 pattuglie.

Domenica, gli agenti della Polizia di Stato della sottosezione di Polizia Ferroviaria di Roma Tiburtina hanno arrestato una donna di origine bosniaca per il furto di un portafogli commesso ai danni di una turista danese. La viaggiatrice, accortasi di essere stata derubata, ha attirato l’attenzione della pattuglia Polfer fornendo la descrizione della borseggiatrice – rintracciata dagli agenti poco dopo all’interno della stazione con indosso ancora il bottino: oltre €500. La donna, con precedenti di polizia anche specifici per furto, è stata  arrestata e messa  a disposizione dell’autorità Giudiziaria.

Due gli arresti effettuati nella giornata del 17 dagli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Lazio, che hanno notato l’atteggiamento sospetto di due stranieri all’uscita della Stazione Termini: erano intenti a distrarre una signora ferma nella sua macchina. Passati all’azione il primo ha distratto la proprietaria dell’autovettura mentre il secondo con mossa repentina ha aperto la portiera dell’auto ed ha rubato un telefono  del valore di 300 euro.

Immediatamente bloccati, sono stati arrestati per furto e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Intensa anche l’attività delle pattuglie in servizio di vigilanza nelle altre stazioni Ferroviarie ed in particolare in quella di Formia dove sempre nella giornata del 17  gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno arrestato 3 minori, due con cittadinanza egiziana e uno tunisina, per il furto di un telefono cellulare del valore di 1000 euro rubato ad una studentessa mentre viaggiava su un treno regionale.

Alla Stazione di Roma Tiburtina, invece, un cittadino marocchino è stato controllato perché sospettato di aver commesso il furto di un telefono cellulare ai danni di una cittadina cinese. Durante il controllo, l’uomo è risultato destinatario di un ordine di cattura emesso dalla Procura di Roma per reati sugli stupefacenti – arrestato è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Gli agenti della Polizia Ferroviaria a alla stazione di Civitavecchia,  hanno rintracciato e arrestato, un cittadino di origini romene, destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalle Autorità rumene per l’espiazione della pena di un anno e tre mesi di reclusione.

Scrivi un Commento

sedici − tredici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy