Casilina News
Tailorsan
Cronaca

Guidonia, fallimento della Blue Parrot Logistics: due arresti per bancarotta e riciclaggio

Aeroporto di Fiumicino, arrestati tre corrieri della droga: trasportavano 33 kg di stupefacente

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno tratto in arresto 2 persone ritenute responsabili di reati fallimentari, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica capitolina, sono scaturite dal fallimento della BLUE PARROT LOGISTICS S.r.l., società operante nel settore della consulenza e della realizzazione di sistemi logistici integrati. Nel corso degli approfondimenti investigativi, condotti dalla Sezione di Polizia Giudiziaria – aliquota Guardia di Finanza – della stessa Procura e dal Gruppo Tutela Mercato Capitali del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, è emerso che RICCIARDI Daniele, amministratore di fatto della fallita – formalmente gestita da due fidati “prestanome” di nazionalità romena – ha commesso più fatti di bancarotta fraudolenta, distraendo dalla società e da due ulteriori imprese a lui riconducibili disponibilità finanziarie per oltre 14 milioni di euro, parte delle quali utilizzate per spese personali, tra cui l’acquisto di un immobile di pregio a Castiglione della Pescaia (GR), del valore di circa 500.000 euro.

Il bene è stato intestato alla moglie MARCUCCI Eleonora al fine di creare – come evidenziato nel provvedimento restrittivo – “una situazione di apparenza giuridica per evitare possibili aggressioni al suo patrimonio”, condotta tipica dell’“agire consolidato del Ricciardi il quale si è costantemente servito di prestanome per compiere le attività distrattive”.

Pur dichiarando complessivamente redditi per circa 2.500 euro al mese, i coniugi si erano impegnati al pagamento del prezzo dell’immobile in rate mensili di 10.000 euro, che potevano onorare solo in virtù dei periodici e cospicui versamenti di contanti effettuati sui propri conti.

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma ha disposto:
– la custodia cautelare in carcere nei confronti di RICCIARDI Daniele (classe 1969);
– gli arresti domiciliari nei confronti di MARCUCCI Eleonora (classe 1986);
– il sequestro della proprietà sita a Castiglione della Pescaia (GR).

Sono in corso le ricerche dei due “prestanome” – attualmente irreperibili – destinatari, rispettivamente, del provvedimento degli arresti domiciliari e della misura interdittiva del divieto di esercitare attività d’impresa per dodici mesi.

Scrivi un Commento

2 × cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy