Casilina News
Tailorsan
Ciclismo

Team Coratti, prima vittoria stagionale. A Sant’Onofrio (TE) Favaro e Prata siglano una splendida doppietta

Team Coratti, prima vittoria stagionale. A Sant'Onofrio (TE) Favaro e Prata siglano una splendida doppietta

Al Trofeo Industria Commercio e Artigianato di Sant’Onofrio di Campli, disputatosi domenica 2 luglio in provincia di Teramo, arriva finalmente la gioia del successo per il Team Coratti. La compagina giallonera ha sbloccato la casella delle vittorie in questo 2017 grazie ad una sublime prestazione collettiva, con Patrick Favaro che è riuscito a centrare il bersaglio grosso davanti al proprio compagno Matteo Prata. Un vero e proprio trionfo per i ragazzi guidati dai DS Tarcisio Saccucci e Pierluigi Terrinoni, dalla valenza speciale sia per le modalità con cui è arrivato che per i significati che riveste.

Pioggia a tratti anche intensa a segnare la prima metà di una gara di 106 km, in cui i ragazzi della formazione romana hanno saputo far fronte alle difficoltà con caparbietà e spirito di gruppo. Sono soprattutto le cadute a fare selezione nelle veloci tornate iniziali, con il gruppo che si riduce presto ad un ottantina di unità. Davanti la situazione rimane molto fluida e tra il terzultimo ed il penultimo giro è Lorenzo Ticconi a spendersi per entrare nelle fughe più pericolose, compreso un consistente tentativo a 12. La corsa si ricompatta sul primo passaggio al muro di Molviano e nel seguente tratto in discesa, ad una dozzina di km dal traguardo, è proprio Favaro a tentare una coraggiosa sortita solitaria. Il sermonetano, già 13° il giorno precedente al Trofeo Ferretti di Ascoli Piceno, viene presto raggiunto dal compagno Prata, con il quale va ad inscenare una sorta di “crono coppie” nella tornata finale. I due mettono sotto scacco il plotone e superano con grande piglio anche la seconda ed ultima scalata al muro di Molviano, con l’arrivo in parata che viene rovinato solo da una foratura di Prata nel tratto in discesa conclusivo. Il corridore romano, in virtù del consistente vantaggio acquisito, riesce comunque a tagliare il traguardo alle spalle di un Favaro incredulo e commosso.

Il successo di domenica rappresenta infatti per il diciottenne di Sermoneta una clamorosa rivincita dopo un periodo di forti insicurezze e difficoltà, in cui era addirittura arrivato a mettere in discussione il prosieguo della sua carriera da ciclista. Una storia però che si è fortunatamente conclusa con un lieto fine, per merito anche del lavoro svolto dai membri dello staff tecnico del team, che con pazienza e dedizione sono riusciti non solo a rimettere in sella il ragazzo, ma anche a dargli nuove motivazioni. Grande soddisfazione infine da parte di tutta la dirigenza, con il presidente Simone Coratti che ha dichiarato di guardare con estrema fiducia a questa seconda parte di stagione, ricca di appuntamenti di prestigio e di primaria importanza per la società.

Scrivi un Commento

sedici − quindici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy