Casilina News
Tennis

Matteo Berrettini: un romano alla conquista del tennis mondiale

tennis frascati serie b

Uno dei tennisti più forti in circolazione è un romano che, cresciuto tennisticamente nella città eterna, da tre anni a questa parte è stabilmente tra i migliori 10 tennisti al mondo. Stiamo parlando di Matteo Berrettini, ragazzo di 196 centimetri che rappresenta il presente e il futuro del nostro tennis e che fan ben sperare i tifosi azzurri almeno per i prossimi 10 anni.

FONTE: Unsplash.com

Matteo è tornato in TOP 10

Classe 1996, Matteo Berrettini è attualmente il miglior tennista azzurro, nonché per ranking uno dei migliori di sempre. Capace di essere competitivo su ogni superficie, Berrettini fa del servizio il suo colpo migliore ma è anche dotato di un diritto tra i migliori del circus. Resta da migliorare, e non di poco, il rovescio bimane che quasi mai si rivela decisivo e che rappresenta il tallone di Achille di un atleta dal grande potenziale. Per le sue caratteristiche tecniche, Berrettini predilige le superfici veloci come l’erba e il cemento ma come testimoniato recentemente al MASTERS 1000 di Madrid dove è arrivato in finale è capace di incidere anche sulla terra battuta. Proprio sulla terra Matteo riesce a sopperire alla scarsa potenza del suo rovescio con smorzate e slice e non è un caso che in vista del Roland Garros, torneo su cui sono disponibili anche le scommesse sul tennis online, sia considerato come uno delle possibili rivelazioni per la vittoria dello Slam che si giocherà nelle prossime settimane sulla terra parigina. Matteo deve compiere un ultimo salto di qualità a livello mentale, ma la sensazione è che non appena riuscirà a compiere anche quest’ultimo step nel proprio processo di crescita potrà giocarsela con tutti anche per la vittoria di un torneo dello Slam.

FONTE: Unsplash.com

Berrettini non è l’unico azzurro a farci sognare

Matteo Berrettini non è però l’unico tennista italiano che si sta ben comportando a livello internazionale. Dopo anni di buio, il nostro movimento è tornato a essere uno dei più ricchi di talento e finalmente iniziano ad arrivare anche i risultati. A livello federale la svolta c’è stata con la nascita della collaborazione della FIT con i vari circoli privati presenti all’interno del nostro territorio che ha permesso, anche per mezzo di sovvenzioni, di fare di questi circoli delle vere e proprie fucine di talenti. E così ci sono Sinner, Sonego e Musetti che da mesi sono in continua e costante crescita e che sono tra i tennisti più in forma del momento. Mentre Sinner, altoatesimo classe 2001, dall’età di 14 anni è cresciuto nell’accademia di un maestro come Piatti e ora è uno degli atleti più attesi del circus, Sonego e Musetti sono cresciuti rispettivamente a Torino e Savona e ora contribuiscono a far sognare i tifosi azzurri anche in Coppa Davis. Dopo quasi un decennio in cui l’unico in grado di risiedere nelle prime posizioni della classifica ATP era stato Fabio Fognini, ora il tennis azzurro si gode ben 10 tennisti in top 100, con tanti giovani che stanno risalendo velocemente le posizioni della classifica e stanno alzando rapidamente il livello del proprio gioco.

Matteo Berrettini resta la punta di diamante di un movimento che sta per esplodere e la sensazione è che questo possa essere solo l’inizio di un’epoca d’oro del nostro tennis in cui ci saranno almeno quattro tennisti in grado di presentarsi a ogni torneo con l’ambizione di vincerlo. Il vento finalmente è cambiato e non vediamo l’ora di scoprire se questi ragazzi riusciranno a replicare quanto di buono fatto ormai 40 anni fa da campioni come Panatta, Barazzutti e Bertolucci che per quasi un decennio riuscirono a stare ai vertici del tennis mondiale.

Scrivi un Commento

5 × 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy