Casilina News
Attualità

Roma, 57 nuovi posti per lavori di pubblica utilità

Roma, 57 nuovi posti per lavori di pubblica utilità

L’Amministrazione Capitolina ha ampliato i posti a disposizione per i lavori di pubblica utilità a Roma: sono 57 i nuovi posti assicurati, grazie alle nuove convenzioni firmate con Biblioteche di Roma e il consorzio Il Melograno.

LEGGI ANCHE: Eur, fa apprezzamenti alla ragazza poi ferisce il compagno con un bastone e con una forbice alla gola

I lavori di pubblica utilità svolti a Roma nel 2019 hanno coinvolto circa 700 persone.

Le nuove convenzioni, che permetteranno lavori di pubblica utilità legati alle attività delle biblioteche oppure ad azioni di sfalcio, potatura e cura del verde, sono state firmate nell’ambito delle attività scaturite dal rinnovo della Convenzione con il Tribunale Ordinario di Roma per l’inserimento di persone sottoposte a misure riparative.

La convenzione con Biblioteche di Roma prevede 41 posti disponibili. Le persone coinvolte si potranno occupare di ricollocazione volumi e riordino scaffali, registrazione quotidiani e periodici, ma anche supporto ad attività e promozione della biblioteca attraverso mezzi grafici, scritti, digitali, collaborazione alla prima accoglienza di persone fragili o inesperte e piccola manutenzione ordinaria delle aree verdi di pertinenza.

Le persone che svolgeranno lavori di pubblica utilità con Il Melograno saranno coinvolte in diverse attività, tra cui sfalcio e potatura del verde, allestimento e riordino degli ambienti, supporto alle attività di segreteria o archivio e assistenza.

Un ulteriore passo in avanti nel percorso che stiamo portando avanti per contribuire ad offrire alle persone sottoposte a misure riparative sempre più occasioni di riscatto“, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Il riscatto passa non solo da ciò che si riceve ma anche da ciò che si può e ci si impegna a dare. Le nuove convenzioni che abbiamo firmato vanno in questa direzione: ampliando i posti disponibili e le attività possibili per i lavori di pubblica utilità, offriamo sempre più occasioni a Roma per portare avanti un impegno per la Comunità che ha poi un ritorno positivo diretto anche e soprattutto per coloro che si impegnano“, dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.

Roma Capitale rafforza le opportunità per tutti coloro che possono accedere a misure alternative alla detenzione. La restituzione alla collettività in forme di lavoro utile è un principio che va nella giusta direzione di inclusione” afferma la Garante delle persone private della libertà Gabriella Stramaccioni.

Scrivi un Commento

quattro × 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy