Casilina News
Tailorsan
Attualità

Neonata abbandonata nel Tevere: oltre 50 persone presenti al momento di preghiera voluto dai bambini delle occupazioni romane

Si è svolto oggi pomeriggio il momento di preghiera per la neonata trovata morta nel Tevere, voluto dai bambini delle delle occupazioni e dei campi improvvisati di Roma e organizzato da Medicina Solidale e Centro Oratori Romani.

NEONATA ABBANDONATA NEL TEVERE; OLTRE 50 PERSONE PRESENTI AL MOMENTO DI PREGHIERA

VOLUTO DAI BAMBINI DELLE OCCUPAZIONI ROMANE

L’appuntamento è stato ‪alle ore 18‬ davanti alla Chiesa di San Gregorio della Divina Pietà, Piazza di Monte Savello 9. Da lì, le oltre 50 persone presenti, sono scese in preghiera verso il Tevere, dove è stata lanciata una piccola corona di fiori bianchi sulle acque del fiume.

Erano presenti LUCIA ERCOLI, direttore dell’associazione Medicina Solidale e CARLO MAIO, Segretario Generale del Centro Oratori Romani. A guidare il momento di preghiera era presente DON ANDREA PALAMIDES, assistente spirituale della comunità “Famiglia della Riconciliazione”.

“I bambini delle occupazioni e dei campi improvvisati di Roma – dichiarano congiuntamente Lucia Ercoli, direttore dell’associazione Medicina Solidale, e Carlo Maio, Segretario Generale del Centro Oratori Romani – ci hanno chiesto di fare un momento di preghiera per ricordare il piccolo angelo gettato come un rifiuto nel Tevere a poche ore dalla sua nascita. Un richiesta arrivata da chi, seppur bambino, vive l’emarginazione in una città sempre più irriconoscibile e questo a nostro avviso è un segno forte di speranza e di voglia di guardare al futuro. Insieme a loro anche tanti romani che vogliono dare un segno di pace e di solidarietà ad una città duramente provata”.

Scrivi un Commento

12 − nove =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy